le notizie che fanno testo, dal 2010

Maroni: a Belsito erano già state chieste le dimissioni

Roberto Maroni, commentando l'indagine nei confronti di Francesco Belsito, tesoriere della Lega Nord, auspica "pulizia" all'interno del Carroccio, e rivela che già da tempo erano state chieste le dimissioni dell'amministratore.

Profondamente amareggiato per l'indagine nei confronti di Francesco Belsito, tesoriere della Lega Nord (...), sembra essere Roberto Maroni perché, spiega, "questa è una brutta vicenda, che era iniziata tempo fa con indiscrezioni su operazioni diciamo strane, ed è una conseguenza molto negativa del fatto che non si è fatta sufficientemente chiarezza, evidentemente". A margine di un incontro con gli studenti all'Università Cattolica, l'ex ministro dell'Interno del Carroccio afferma che quindi è giunto "il momento di cogliere questa occasione per fare pulizia perché queste cose fanno male alla Lega, fanno male ai militanti. E' il momento di fare una operazione di trasparenza e mettere le persone giuste al posto giusto - aggiungendo - E penso che, pur riconoscendo il principio di innocenza questa inchiesta debba indurre il nostro amministratore a fare un passo indietro". Dopo poche ore, infatti, Francesco Belsito, a seguito di un colloquio con il Senatur Umberto Bossi, rassegna le sue dimissioni.
Alcuni cronisti domandano però a Roberto Maroni come mai all'interno della Lega Nord non si è fatto qualcosa in precedenza, visto che alcuni giornali già da qualche tempo si stavano occupando del caso Belsito.
"Abbiamo anche chiesto (a Belsito, ndr) in consiglio federale che si portassero i conti, che si facesse chiarezza, che Belsito facesse un passo indietro, che venisse nominato un nuovo amministratore - spiega quindi Roberto Maroni - Purtroppo questa richiesta non è stata ascoltata e si è arrivata alla situazione di oggi", ribadendo di sperare che "questa brutta vicenda induca l'amministratore di per sé a rendersi conto che non può più rimanere lì e il consiglio federale della Lega Nord a prendere questa decisione, penso, inevitabile".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: