le notizie che fanno testo, dal 2010

Calderoli: volevo dimettermi, Bossi e Maroni le hanno respinte

Roberto Calderoli, dopo l'uscita di alcune intercettazioni riguardanti il caso Belsito, voleva rassegnare le dimissioni, ma Umberto Bossi e Roberto Maroni lo hanno invitato a rimanere al suo posto.

Dopo l'uscita delle intercettazioni e i dubbi sulla "casa-ufficio", Roberto Calderoli spiega che aveva intenzione di fare un passo indietro nella Lega Nord su esempio di Umberto Bossi, ma che le sue dimissioni non sarebbero state accettate.
"Appena saputo del mio coinvolgimento - ha spiegato Calderoli al Corriere della Sera - secondo quanto è emerso dalle intercettazioni, sono andato dal presidente a dare le dimissioni, ma Bossi mi ha detto 'tu resti lì' ".
Roberto Calderoli confida di essere poi andato, un paio di giorni dopo, anche dagli altri due triumviri che guidano il Carroccio fino al Congresso Federale che eleggerà il nuovo segretario per porgere la stessa lettera di dimissioni. Allo stesso modo di Bossi, Roberto Maroni e Manuela Dal Lago lo hanno "mandato a quel paese e preso a male parole", invitando Calderoni a rimanere al suo posto.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: