le notizie che fanno testo, dal 2010

Calderoli: tassa sull'evasione. Sarà evasa anche quella?

Roberto Calderoli propone di introdurre in manovra una "tassa sull'evasione". Ma se la tassa sull'evasione dovranno pagarla gli evasori, si domanderà qualcuno, non è che questi troveranno un escamotage per non pagare neanche il nuovo tributo?

E' probabile che qualcuno, sentendo parlare dell'ipotesi di introdurre nella manovra una "tassa sull'evasione", si sia ricordato la proposta non troppo dissimile di Giulio Tremonti (http://is.gd/g78KOq), che a fine marzo scorso, durante il programma di Lucia Annunziata "In 1/2 ora", ipotizzava di "aumentare le tasse a chi evade tasse". Questa volta a parlare di una "tassa sull'evasione" è il ministro per la Semplificazione Roberto Calderoli, ma la reazione forse è stata la stessa, con qualcuno che si sarà domandato: ma se la tassa sull'evasione dovranno pagarla gli evasori, non è che troveranno un escamotage per non pagare neanche il nuovo tributo? Il provvedimento è ancora da delineare, ma sembra che Calderoli pensi ad una patrimoniale, mobiliare e immobiliare, con detrazione delle imposte pagate. "Nessuna doppia imposizione - precisa il ministro leghista - il patrimonio si usa solo per far venire alla luce chi le tasse non le paga". In poche parole chi dimostrerà di aver versato i tributi previsti non pagherà nient'altro. La proposta sembra interessare Piero Fassino, sindaco di Torino, e se passerà allora "non avrà più motivo di esistere il contributo di solidarietà", conclude Calderoli dal Meeting di Cl di Rimini.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: