le notizie che fanno testo, dal 2010

Sanremo 2011: giovedì Roberto Benigni a 6.250 euro al minuto

Roberto Benigni salirà sul palco dell'Ariston per l'esegesi della storia d'Italia e dell'Inno di Mameli. Stando ad indiscrezioni AGI, il comico prenderebbe 250mila euro per un'intervento di 20-40 minuti, quindi rispettivamente dai 12.500 euro ai 6.250 euro al minuto.

Gianni Morandi l'ha confermato, Roberto Benigni sarà il superospite della terza puntata del Festival di Sanremo, quella dedicata ai 150 anni dell'Unità d'Italia. "Farà l'esegesi del canto degli italiani - spiega lo stesso conduttore di Sanremo durante il Question Time di ieri - Quello di Benigni è un gesto di grandissima generosità. Sono sicuro che ci ha pensato molto. E' una delle più belle notizie che potevamo avere".
Generoso anche il cachet dell'artista visto che, a differenza del programma di Fabio Fazio e Roberto Saviano "Vieni via con me" dove ha accettato di partecipare a titolo gratuito, sembra che sia stato concordato (secondo indiscrezioni AGI - http://tinyurl.com/6hp7eyz) un compenso di 250mila euro per salire sul palco dell'Ariston, per un intervento dai 20 ai 40 minuti. Quindi, ipotizzando uno sketch di 40 minuti, Roberto Benigni prenderebbe 6.250 euro al minuto (la cifra raddoppia se stesse in scena solo 20 minuti), che più o meno corrisponde a 6 mesi di lavoro di un precario "standard". Per la matematica va da sé che un precario che guadagna 1.000 euro al mese vivrebbe con il compenso di 40 minuti di lavoro di Benigni circa 20 anni.
Naturalmente il calcolo del cachet di Roberto Benigni è solo un pretesto per indicare quel paradosso sottolineato anche dal bollettino di fine dicembre di Bankitalia, dove evidenziava che "ben il 10% delle famiglie possiede il 44% della ricchezza" del Paese.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: