le notizie che fanno testo, dal 2010

Robbie Williams: quando il "rock and roll" è edilizio

Robbie Williams comincia ad avere problemi con i vicini di casa, ovviamente vip. Jimmy Page dei Led Zeppelin e la Marks & Spencer non sembrano infatti vedere di buon occhio gli ammodernamenti presentati da Robbie Williams per la sua Woodland House ad Holland Park.

Non solo la gente "comune" ha problemi con i vicini di casa. A dover trovare una mediazione con il "dirimpettaio" è questa volta Robbie Williams, che nel 2013 ha acquistato una villa con 46 camere nella zona di Holland Park dal regista Michael Winne. Nella villa denominata Woodland House Robbie Williams, 41 anni, vive con la moglie Ayda Field, 35 anni, e i loro due figli. Robbie Williams non sembra però essere pienamente soddisfatto della proprietà, tanto che lo scorso dicembre ha presentato una richiesta per ammodernare la casa sostenendo che voleva creare "uno standard maggiormente adatto alla vita della famiglia". Subito dopo la richiesta, però, Robbie Williams ha dovuto affrontare l'ira di Jimmy Page dei Led Zeppelin, da decenni residente nella vicina Tower House, che ha reclamato con l'amministrazione comunale specificando di essere "estremamente preoccupato" in merito ai lavori pensati da Robbie Williams poiché sarebbero come un vero pugno nell'occhio all'estetica del quartiere. L'ex Take That però insiste e rilancia, intenzionato a costruire una sala di registrazione chiudendo in parte una piscina, un seminterrato di 335 metri quadrati, ma anche a sostituire un balcone al primo piano e aprire di un'altra finestra che si affaccia sul giardino. Infine, non pago, Robbie Williams vorrebbe anche installare una serie di condizionatori d'aria, i cui motori però andrebbero ad essere posizionati a quanto pare a "soli" 90 metri dal giardino di proprietà della Marks & Spencer, che si lamenta sempre con l'amministrazione spiegando che il rumore sarebbe pari a 43.5 decibel, come il chiacchericcio incessante di un adulto. Sembra quindi che Robbie Williams abbia fatto suo il celebre motto del George Bernard Shaw: "Se rechi offesa al tuo vicino, meglio non farlo a metà".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: