le notizie che fanno testo, dal 2010

Riccardo Muti: quando il cinema diventa un classico

Riccardo Muti porterà sul grande schermo un ciclo di appuntamenti musicali dedicati a Mozart, Jommelli e Donizetti, in tutto in HD. In molte sale cinematografiche di tutta Italia gli appuntamenti sono per il 16 e 30 novembre e per il 14 dicembre.

La notizia è clamorosa, Riccardo Muti, attuale Music Director della "Chicago Symphony Orchestra" e direttore dell' "Orchestra giovanile Luigi Cherubini" del Teatro Municipale di Piacenza, sul podio di quest'ultima porterà sul grande schermo un ciclo di appuntamenti musicali dedicati a Mozart, Jommelli e Donizetti.
L'avvenimento, a cura di Nexo Digital, avrà luogo il 16 novembre ("Don Pasquale") e il 30 novembre ("Betulia Liberata" di Mozart) e il 14 dicembre ("Betulia Liberata" di Jommelli) in molte sale cinematografiche di tutta Italia.
Ad aprire il ciclo sarà il "Don Pasquale" di Gaetano Donizetti, registrata in HD al Teatro di Como. L'opera rappresenta molto per il maestro Muti che dirigendola nel 1971 debuttò a Salisburgo su invito del mitico Herbert von Karajan. "Don Pasquale è opera ironica - dice il maestro - Però come tutte le altre opere di Donizetti, la sua comicità, la sua ironia è sempre, e questo andrebbe sottolineato almeno tre volte, venata di una grande malinconia".
Le altre due opere hanno invece avuto come teatro due siti di Ravenna, la splendida città dell'Emilia Romagna. L'"Oratorio per 4 voci, coro e strumenti" di Jommelli è stato girato nella meravigliosa Basilica di Sant'Apollinare in Classe, mentre le riprese della "Betulia liberata" nella versione musicata da Mozart è stata ripresa nell'ottocentesco Teatro Alighieri. "L'opera di Jommelli - precisa il maestro Muti - è l'espressione di un grande ingegno musicale: ci fa capire che quando Mozart ha composto la propria 'Betulia' era sicuramente a conoscenza di quella del maestro napoletano". Il grande direttore d'orchestra spiega che ciò si può intuire "dal modo e dalla misura in cui utilizza i recitativi accompagnati e il coro" e questo starebbe a dimostrare "la grande influenza della musica italiana e in particolare della Scuola napoletana sui compositori d'oltralpe e, appunto, sullo stesso Mozart".
Il tutto in Digital HD tramite unità mobile Broadcasting con elaborazione audio multicanale Dolby Digital. Il progetto, ideato da Nexo Digital, si propone di diffondere la cultura musicale presentando al vasto pubblico dei cinefili un prodotto di altissima qualità.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: