le notizie che fanno testo, dal 2010

Dai Fossilizzati a il genoma vien mangiando: le inchieste di9 Report, 17 aprile Rai3

"Nuova puntata di 'Report', in compagnia di Milena Gabbanelli, in onda domenica 17 aprile, alle 21.45, su Rai3. Nel primo dei servizi proposti dal titolo 'I Fossilizzati', di Roberto Pozzan, si parlerà di energie ed inquinamento", espone in un comunicato la tv di Stato.

"Nuova puntata di 'Report', in compagnia di Milena Gabbanelli, in onda domenica 17 aprile, alle 21.45, su Rai3. - viene reso noto della tv di Stato - Nel primo dei servizi proposti dal titolo 'I Fossilizzati', di Roberto Pozzan, si parlerà di energie ed inquinamento. Nell'Italia in cui il crollo del prezzo del petrolio non crea la sperata ripresa dell'economia, le combustioni del riscaldamento domestico salgono sul podio dei peggiori inquinatori, la regione più votata alle rinnovabili approva un piano energetico a metano e carbone, si fa strada per fortuna la realtà del risparmio, attraverso l'efficientamento del patrimonio edilizio."
La Rai precisa quindi: "Intanto, in attesa di soluzioni la popolazione deve fare i conti con i blocchi del traffico determinati dalle pericolosissime polveri sottili. Si proseguirà con 'Tempo al tempo - Il meteo', di Giulio Valesini con la collaborazione di Greta Orsi. Come sarà il tempo domani? Chi decide se dobbiamo o meno portare l'ombrello in ufficio? In Europa, solo l'Italia e la Grecia hanno un servizio meteorologico nazionale affidato ai militari. Siamo un paese in cui non esiste una laurea in meteorologia e le previsioni del tempo sono sempre più in mano ai privati che spopolano sul web a colpi di app. E anche come investimenti pubblici nel settore facciamo fatica a dimostrare di essere un paese all'avanguardia. Quello che è certo che siamo il paese leader delle 'allerte meteo'. Si chiude con 'Il genoma vien mangiando', di Stefania Rimini. Perché io se mangio una mela ingrasso mentre lui che si fa due cornetti tutte le mattine resta magro? La risposta è 'perché lui è fatto così'."
"La stessa dieta ha effetti differenti su ognuno di noi perché sulla base del nostro genoma rispondiamo diversamente al caffè, al sale, a una fiorentina, a un uovo… Il nostro genoma è ancora quello dei cacciatori raccoglitori, ci vogliono migliaia e migliaia di anni perché si adatti" si prosegue.
"Questo è il motivo per cui il 40% degli italiani non digerisce bene il latte: infatti l'uomo ha cominciato a berlo 'solo' 12.000 anni fa - si illustra infine -, quando si è dato all'agricoltura. E siccome i nostri antenati nomadi, cacciatori-raccoglitori trovavano il cibo in modo discontinuo, sembra proprio che ci farebbe bene anche digiunare di tanto in tanto."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: