le notizie che fanno testo, dal 2010

Legge stabilità 2016: Renzi rottama Mef, Padoan costretto a giochi prestigio in UE

"Matteo Renzi è riuscito a rottamare pure il ruolo del ministro dell'Economia e, piuttosto che definire e attuare la politica economica del governo, Padoan è costretto ai giochi di prestigio contabili e a prendere in giro l'Europa", spiega in un comunicato Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera.

"Matteo Renzi è riuscito a rottamare pure il ruolo del ministro dell'Economia e, piuttosto che definire e attuare la politica economica del governo, Pier Carlo Padoan è costretto ai giochi di prestigio contabili e a prendere in giro l'Europa. - sottolinea in una nota Renato Brunetta - Questo il suo compito ormai: le decisioni si prendono a Palazzo Chigi e il ministro ha solo il dovere di comunicarle e farle digerire a Bruxelles".
"E' quello che sta accadendo in queste ore l'Italia rischia, come diciamo ormai da tempo, una procedura di infrazione per deficit eccessivo e, con tutto quello che sta succedendo a livello internazionale e che potrebbe avere effetti a catena anche sul nostro paese, dalla Cina con il crollo della borse, ai paesi emergenti in crisi, l'Arabia Saudita con il petrolio e gli USA con l'aumento dei tassi di interesse e le elezioni quest'anno, il ministro dell'Economia è costretto a impiegare il suo tempo a far digerire alla Commissione UE il bonus dei 500 euro agli studenti e a inventarsi qualcosa per riuscire a chiudere il 2016 con il deficit al 2,3% invece del 2,4% e finanziare allo stesso tempo tutte le spese pazze di Renzi. - osserva il deputato di Forza Italia - Ma l'Italia ha bisogno di essere rimessa in moto, non di convincere qualche commissario a chiudere un occhio sui conti pubblici".
"Caro Padoan, non farti ammaliare dal canto della sirena Renzi e inizia piuttosto a preparare la manovra correttiva ( da 4-5 miliardi ) sul 2016 che dovrai fare in primavera e quella ancora più pesante ( 40-50 miliardi ) che servirà nel 2017 per rientrare dal deficit spending esasperato del tuo presidente del Consiglio" invita l'esponente azzurro, concludendo: "Ormai l'Europa non crede più neanche a te".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: