le notizie che fanno testo, dal 2010

Forza Italia chiede unità a centrodestra per dire NO a referendum costituzionale

"La lettera agli eletti e ai militati del presidente Silvio Berlusconi in merito al referendum confermativo che si terrà in autunno sulla riforma costituzionale è il primo passo ufficiale di mobilitazione per dire 'no' a questa 'schiforma' e mandare a casa un premier mai eletto dal popolo sovrano", riferisce in un comunicato il capogruppo di Forza Italia alla Camera Renato Brunetta.

"La lettera agli eletti e ai militati del presidente Silvio Berlusconi - e la conseguente circolare del coordinamento nazionale di Forza Italia, firmata dal responsabile organizzazione del partito, Gregorio Fontana - in merito al referendum confermativo che si terrà in autunno sulla riforma costituzionale imposta dal Partito democratico e dal presidente del Consiglio, Matteo Renzi, è il primo passo ufficiale di mobilitazione per dire 'NO' a questa 'schiforma' e mandare a casa un premier mai eletto dal popolo sovrano" afferma in una nota Renato Brunetta.

"Una 'schiforma' che il presidente Berlusconi, così come tutta Forza Italia, giudica 'sbagliata' e 'illiberale', soprattutto perché 'limita gli spazi di democrazia senza rendere il sistema istituzionale né più efficiente né meno costoso'. - ribadisce il capogruppo forzista alla Camera - Il leader azzurro chiama a raccolta 'gli altri partiti del centrodestra' per condurre insieme 'la battaglia referendaria' ".
"'E' una battaglia da fare con serietà spiegando le ragioni concrete del nostro 'NO', ma anche il tentativo di Renzi' di usare l'appuntamento con le urne in 'modo improprio per legittimarsi politicamente' " si legge infatti nella lettera dell'ex premier.

"Il messaggio del nostro presidente è chiaro e inequivocabile: mobilitarsi da subito. - precisa quindi l'esponente azzurro - A livello nazionale è stato costituito - da Forza Italia, dalla Lega Nord e da Fratelli d'Italia - il 'Comitato per il no', presieduto dal presidente emerito della Corte Costituzionale, Annibale Marini. Dalla scorsa settimana si stanno costituendo ufficialmente in tutta Italia, a livello regionale e per ciascuna provincia, i comitati locali".
"È, insomma, iniziata la grande campagna in vista del referendum di ottobre. - osserva infine Brunetta - Una mobilitazione che ci deve vedere decisi e protagonisti contro questa 'schiforma' e contro questo governo che tanto male sta facendo agli italiani. Un bel 'no' per mandare a casa Matteo Renzi e ripristinare la democrazia nel nostro Paese".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: