le notizie che fanno testo, dal 2010

Con continuo calo consumi servirà maxi manovra ad ottobre, avverte Brunetta

"Quando cadono i consumi, cadono gli investimenti, cade la domanda: se cade la domanda il sistema implode", riporta in un comunicato Renato Brunetta di FI.

"Quando cadono i consumi - fa sapere in una nota Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera -, cadono gli investimenti, cade la domanda: se cade la domanda il sistema implode. Tutto questo sta colpendo l'Italia in particolare, tutta l'Europa, tutta l'Eurozona, e la politica economica di Matteo Renzi è una politica economica assolutamente sbagliata, fatta di mance, fatta di spesa pubblica fuori controllo, fatta di deficit, fatta di debito".
"Renzi ha fatto gli 80 euro, i 500 euro per i giovani diciottenni, le altre mance per comprarsi il consenso. - ricorda ai microfoni di Radio Cusano Campus - Il prodotto di tutto questo è deficit fuori scala, debito fuori scala, e nessuna crescita. Gli investimenti pubblici e privati precipitano e i consumi li seguono. Il risultato è che in questo 2016, ho fatto un po' di conti guardando le previsioni a livello internazionale, l'Italia invece che crescere a livello nominale, che è l'unico livello di crescita che vale per la contabilità europea, nominale vuol dire crescita reale più inflazione, e che doveva essere al 2,6, sarà la metà o meno della metà, perché avremo una crescita reale attorno all'1% ma anche meno, avremo un tasso di inflazione, ben che vada, dello 0,3".
"Il risultato - conclude l'esponente azzurro - sarà al massimo 1,3 e i conti pubblici dell'Italia erano stati costruiti sul 2,6, vale a dire 1,6 di crescita reale più un punto di inflazione. Valori che non si potranno mai raggiungere in questo 2016, con il risultato che dovranno essere rivisti tutti gli obiettivi di finanza pubblica, il deficit aumenterà, il debito aumenterà e si dovrà fare, se vogliamo rimanere dentro il sentiero europeo per non incorrere in procedure di inflazione, una maxi manovra a ottobre, una maxi manovra in legge di stabilità tra i 40 e i 50 miliardi di euro."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: