le notizie che fanno testo, dal 2010

Brunetta: il 2016 sarà peggio del 2015, Renzi non intossichi la comunicazione

"Matteo Renzi ha intossicato la comunicazione nel nostro Paese. Ha detto che tutto andava bene, che il 2015 era stato un anno straordinario, facendo intendere che lo sarà anche il 2016. La realtà, purtroppo, è totalmente diversa", da Forza Italia un comunicato di Renato Brunetta.

"Ieri Matteo Renzi ha intossicato la comunicazione nel nostro Paese. Ha detto che tutto andava bene, che il 2015 era stato un anno straordinario, facendo intendere che lo sarà anche il 2016. La realtà, purtroppo, è totalmente diversa" sottolinea in una nota Renato Brunetta.
"Il 2015 è andato male come crescita, bassa inflazione, bassa occupazione e il 2016 sarà ancora peggio. - spiega il deputato di Forza Italia - Deflazione in atto, bassissima crescita italiana ed europea e conti pubblici saltati, altro che riduzione della pressione fiscale. Di questo Renzi si occupa poco, vuole semplicemente intossicare la comunicazione e raccontare di un mondo che non esiste, di notizie che non esistono, di risultati positivi dell'economia italiana che non esistono".
Precisa quindi il parlamentare: "Non lo dico io questo, lo dicono gli italiani che vedono la disoccupazione crescere, i loro redditi diminuire così come i consumi, hanno delle minacce spaventose come quella di perdere la loro casa se non pagano il mutuo, Equitalia, le tasse e le cartelle pazze, le maxi bollette. Questo vedono gli italiani. - concludendo - Bisogna dire basta a Renzi, basta a intossicare così la comunicazione dilagando in tutti i canali, in tutti i giornali, in tutte le televisioni pubbliche e private. Basta, fai male all'Italia."

© riproduzione riservata | online: | update: 02/03/2016

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Brunetta: il 2016 sarà peggio del 2015, Renzi non intossichi la comunicazione
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI