le notizie che fanno testo, dal 2010

Brunetta: con deflazione manovra correttiva da 50 miliardi

"La deflazione è come avere la temperatura corporea sotto i 37 gradi: vuol dire che il corpo sta male, c'è qualcosa che non va", comunica in una nota Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera.

"La deflazione è come avere la temperatura corporea sotto i 37 gradi: vuol dire che il corpo sta male - spiega in un comunicato Renato Brunetta -, c'è qualcosa che non va. La deflazione, oggi siamo in deflazione in Italia e in gran parte dell'eurozona, vuol dire che il metabolismo non funziona, che l'economia non cresce, e che ci sono grandi problemi di disoccupazione, di conti pubblici, di deficit, e di debito".
"In Italia in particolar modo il governo è in un mare di guai perché aveva costruito tutta la sua politica economica sulla base della crescita, pensando a una crescita nominale del 2,6% (1,6% di crescita reale più 1% di inflazione). - sottolinea capogruppo di Forza Italia alla Camera - Ben che vada sarà la metà, o meno della metà. E se la crescita nominale è la metà o meno della metà saltano tutti i conti. Saltano gli obiettivi di deficit, saltano gli obiettivi di debito, e ci sarà la necessità di fare una manovra correttiva già nei prossimi mesi, di 7-8-10 miliardi, ma soprattutto in autunno, a ottobre: 40-50 miliardi".
"Se poi contiamo tutta la polvere messa sotto il tappeto dal governo Renzi pensiamo solo alle clausole di salvaguardia che sono pari a un punto di PIL (16-17 miliardi), vien fuori veramente una manovra correttiva che a ottobre ucciderebbe anche un toro" conclude l'esponente forzista.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: