le notizie che fanno testo, dal 2010

Brunetta a Storace e Alemanno: Pdl sbagliò nel 2011, adesso mai più divisi

L'intervento di Renato Brunetta di Forza Italia al Congresso fondativo del Movimento Nazionale per la Sovranità.

"Nell'estate-autunno del 2011 in Italia c'è stato un vero e proprio colpo di Stato che ha fatto fuori un governo legittimamente eletto e che ha spaccato il centrodestra. Faccio un mea culpa, l'ho già fatto in altre occasioni: il Pdl non doveva sostenere il governo Monti, dovevamo andare alle elezioni", ammette Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera, intervenendo al Congresso fondativo del Movimento sovranista nato dalla fusione de La Destra di Francesco Storace e Azione Nazionale di Gianni Alemanno.

"Da quel 2011 non c'è più stato alcun governo legittimo in Italia. - precisa infatti il deputato azzurro - Non lo è stato il governo Letta, arrivato dopo la striminzita vittoria di Pier Luigi Bersani nel 2013, non era legittimo il governo Renzi, non è legittimo il governo fotocopia di Paolo Gentiloni".

"Il centrodestra unito che in Italia aveva governato per dieci anni su venti si è spaccato in quel tragico 2011 e da allora viviamo in una parentesi della democrazia. Adesso dico: mai più divisi. - dichiara quindi Brunetta - Abbiamo il dovere di stare insieme, abbiamo il dovere di fare sintesi, come fece sintesi in quel lontano '94 il presidente Berlusconi che riuscì a mettere insieme Umberto Bossi e Gianfranco Fini. In tutti questi anni, io mi sono sempre occupato della stesura dei programmi del centrodestra: non ho mai avuto problemi, si è sempre riusciti a trovare la sintesi giusta. Partiamo dall'articolo 1 della Costituzione".

© riproduzione riservata | online: | update: 20/02/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Brunetta a Storace e Alemanno: Pdl sbagliò nel 2011, adesso mai più divisi
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI