le notizie che fanno testo, dal 2010

Brunetta: Monti da Napolitano quando crisi spread non era ancora scoppiata

Renato Brunatta, capogruppo alla Camera di Forza Italia, sottolinea che "il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, chiedeva al professor Monti la disponibilità a sostituire il presidente del Consiglio in carica, Silvio Berlusconi, legittimamente eletto nel 2008, la crisi dello spread non era ancora scoppiata e l'Italia aveva avuto approvato dalla Commissione europea e dal Consiglio europeo il suo Documento di economia e finanza (Def)".

"Trovo sinceramente incomprensibili e ingiustificate le dichiarazioni di importanti esponenti di Forza sul Capo dello Stato. Di cosa parlano? Di che complotto si tratta? C'è da rimanere onestamente interdetti" afferma Luigi Zanda presidente dei senatori del PD, commentando le reazioni di Forza Italia alle rivelazioni di Alan Friedman riportate nel libro "Ammazziamo il Gattopardo", che svela come Giorgio Napolitano cominciò ad avere contatti con Mario Monti già nell'estate del 2011. "Di fronte all'evidente difficoltà dell'Italia nel 2011 che avrebbe dovuto fare il Presidente della Repubblica? Nella situazione in cui eravamo sarebbe stato molto singolare che il Capo dello Stato non si preoccupasse dell'evidente crisi economica e, a tutta evidenza, anche politica. - insiste Luigi Zanda - Gli attacchi che Forza Italia rivolge questa mattina all'operato di Giorgio Napolitano sono assolutamente strumentali e gratuiti". Non dello stesso avviso è però Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera, chiarendo: "Il capogruppo del PD al Senato, tale Zanda Loy, non sa quel che dice: a giugno del 2011, quando il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, chiedeva al professor Monti la disponibilità a sostituire il presidente del Consiglio in carica, Silvio Berlusconi, legittimamente eletto nel 2008, la crisi dello spread non era ancora scoppiata e l'Italia aveva avuto approvato dalla Commissione europea e dal Consiglio europeo il suo Documento di economia e finanza (Def). - e domanda - Di quale evidente difficoltà parla il senatore Zanda Loy? A cosa si riferisce? E' compito del presidente della Repubblica, fuori da una crisi formale di un esecutivo, fare consultazioni 'private' e per di più segrete per sostituire un presidente del Consiglio in carica? Prevede questo la Costituzione?".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: