le notizie che fanno testo, dal 2010

Brunetta (Forza Italia): non dovevamo accettare il governo Monti e il golpe

"Non abbiamo saputo reagire ad un colpo di Stato, ad una morsa che si stava stringendo attorno a noi. Non dovevamo accettare il governo Monti. Avremmo dovuto chiedere le elezioni. Riconoscendo i propri errori si costruisce il futuro", da Forza Italia un comunicato di Renato Brunetta.

"Adesso non sentiamo più parlare di spread. Ma nel 2011 tutti ci dicevano che da quel numeretto dipendeva il nostro futuro. Eppure i numeri, i fondamentali, erano completamente diversi. Meno disoccupazione, meno debito" commenta in una nota il deputato di Forza Italia Renato Brunetta.
"Colpa nostra perché non abbiamo saputo reagire ad un colpo di Stato, ad una morsa che si stava stringendo attorno a noi" fa autocritica l'esponente forzista, aggiungendo: "Non dovevamo accettare il governo Monti. Avremmo dovuto chiedere le elezioni, la chiarezza delle elezioni. Il governo tecnico è stata una parentesi ambigua che ha fatto malissimo al nostro Paese. Abbiamo subito un golpe".
"La presenza di Berlusconi nel quadro geopolitico - continua poi -, nella gestione della crisi era una presenta imbarazzante per la Germania in questa loro assurda voglia di egemonia."
"E qui si capisce il sorrisetto Merkel-Sarkozy, l'interventismo di Napolitano, l'uso dello spread. Siamo stati troppo ingenui in quella fase, non abbiamo capito quello che stava avvenendo. Riconoscendo i propri errori si costruisce il futuro" si legge infine.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: