le notizie che fanno testo, dal 2010

Banche: Renzi imbarazza Merkel e la costringe nella difensiva, dice Brunetta

"C'è qualcosa di involontariamente beffardo nel crepuscolo di Matteo Renzi. Convinto com'era del supporto incondizionato di Angela Merkel, Renzi ha tirato troppo la corda.", afferma in un comunicato Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera.

"C'è qualcosa di involontariamente beffardo nel crepuscolo di Matteo Renzi. Convinto com'era del supporto incondizionato di Angela Merkel, Renzi ha tirato troppo la corda. Merkel è sicuramente preoccupata della situazione in Italia, dove le tensioni bancarie si cumulano con la crescente debolezza del governo. Non c'è dubbio che Merkel sia pronta ad adoperarsi per evitare turbolenze" spiega in una nota Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera.

"C'è dell'altro: - aggiunge - nella trattativa in corso sulle banche il vero punto è proprio trovare una soluzione che sia comunicabile all'elettorato tedesco, non certo il fatto che un qualche intervento di Stato in Italia ci debba o ci possa essere. Ma minacciando azioni unilaterali nel capitale delle banche e facendo trapelare cifre molto significative, Renzi imbarazza Merkel e la costringe a chiudersi nella difensiva. Così facendo, Renzi rende sempre più verosimile l'intervento del fondo salva-Stati. Che sta negoziando fin d'ora con il Tesoro le condizioni del proprio intervento."

"Se Renzi continuerà a imbarazzare Merkel aggredendola, il fondo farà felice quei falchi che vedono in esso lo strumento per prendere due piccioni con una fava: imporre disciplina di bilancio e al contempo sistemare le banche. Con un caveat: in un Paese delle dimensioni e con la complessità dell'Italia sarebbe un autentico disastro" avverte infine il deputato forzista.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: