le notizie che fanno testo, dal 2010

Calamità naturali: urge revisione appatura geologica, dice Ceroni (Fi)

Remigio Ceroni di Forza Italia sull'escalation di calamità naturali in Italia.

"In Italia, purtroppo, negli ultimi anni c'è stata una escalation di calamità naturali. Una nuova mappatura della carta geologica d'Italia, coinvolgendo anche gli enti locali nella sua realizzazione, è dunque necessaria e urgente" diffonde in un comunicato il parlamentare di Forza Italia Remigio Ceroni.

"Sono quasi venti anni che non vengono stanziati finanziamenti in tal senso e il 60% del territorio italiano è ancora coperto da una cartografia geologica inadeguata in scala 1:100.000, mentre sarebbe indispensabile una mappatura proporzionata agli standard attuali di 1:50.000. - sottolinea il senatore - Ricordo che dopo il terremoto che nel 2009 colpì L'Aquila e l'Appennino centrale, il governo Berlusconi emanò un decreto che prevedeva un piano per le verifiche tecniche e gli interventi preventivi indirizzati alla riduzione del rischio sismico".

"Piano che venne interrotto dalle opposizioni al nostro esecutivo di centrodestra, anche per l'intervento della Conferenza Stato-Regioni che reclamava la propria autorità in materia, e fu istituito il Fondo per la prevenzione del rischio sismico, dotandolo di 965 milioni di euro fino al 2016. - ricorda infine - Un autentico fallimento, certificato dal mancato utilizzo delle risorse da parte delle Regioni. Ora è tempo nel breve periodo che il governo provveda a stanziare nuovi fondi per produrre una carta geologica del territorio nazionale, che comprenda anche la microzonazione sismica. La conoscenza dettagliata è la prima forma di prevenzione."

© riproduzione riservata | online: | update: 08/03/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Calamità naturali: urge revisione appatura geologica, dice Ceroni (Fi)
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI