le notizie che fanno testo, dal 2010

Pestone a Messi, Pepe si scusa: "Non farei mai male a un collega"

Il difensore del Real Madrid si è scusato pubblicamente con Lionel Messi per avergli pestato la mano durante l'ultimo "Clasico" contro il Barcellona. Il gesto aveva alzato un polverone di critiche verso il 28enne portoghese, che però dice di averlo fatto "involontariamente".

Pestare la mano ad un tre volte Pallone d'Oro può costare caro. Soprattutto per le critiche che inevitabilmente arriveranno da ogni parte del globo. E' capitato a Pepe, difensore Real Madrid, protagonista in negativo del "Clasico" giocato la scorsa notte al Bernabeu contro il Barcellona. Il portoghese è stato infatti ripreso dalle telecamere internazionali mentre "passeggiava" sulla mano di Lionel Messi. Il gesto non è stato visto dall'arbitro, ma ha alzato un polverone di critiche verso Pepe che ieri si è scusato pubblicamente tramite un video che compare sul sito del club merengue: "E' stato un gesto involontario - ha detto il difensore - ma se Messi si sente offeso, gli faccio le mie scuse". Ingabbiato dalla manovra avvolgente del Barcellona, Pepe era sembrato il più nervoso per gran parte del match, per questo il pestone era tato etichettato subito come un gesto intenzionale. Il 28enne portoghese ha però cercato di discolparsi ammettendo: "Mai mi è venuto in mente di fare del male ad un collega".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: