le notizie che fanno testo, dal 2010

L'opera lirica risorge nel Pop? A "Lo stato dell'arte", 6 aprile Rai5

"Mezzo secolo fa l'Opera era la quintessenza del passatismo. Ora non è più così. Ora non è più così. Il Pop si è avvicinato all'Opera. A 'Lo stato dell'arte' mercoledì 6 aprile alle 23.15 su Rai5", illustra in una nota la tv pubblica di Stato.

"Mezzo secolo fa l'Opera era la quintessenza del passatismo. Le contestazioni si facevano all'inaugurazione della Scala e il cuore pulsante della musica sembrava concentrato a Woodstock e a Monterrey. Ora non è più così. Il Pop si è avvicinato all'Opera - si rivela in una nota dalla Rai -, e l'Opera flirta con il pop e con il cinema."
"Dobbiamo immaginare una nuova stagione per un'arte che sembrava morta? A 'Lo stato dell'arte' - continua la tv di Stato -, il programma di Rai Cultura in onda mercoledì 6 aprile alle 23.15 su Rai5, Maurizio Ferraris ne parla con Giorgio van Straten, scrittore e Direttore dell'Istituto Italiano di Cultura a New York e Alessio Vlad, musicista, compositore e Direttore Artistico del Teatro dell'Opera di Roma."
"Per Giorgio Van Straten l'Opera non sta risorgendo per due motivi fondamentali: perché non è mai morta e perché non si è mai rinnovata. Il suo pubblico rimane quello degli ultraquarantenni e la lirica non riesce a diventare contemporanea. Nonostante ciò, il suo valore è sempre rimasto intatto e la gente ha continuato ad andare ad ascoltarla. Anche all'opera lirica si deve la buona fama culturale dell'Italia nel mondo. Secondo Alessio Vlad, invece, parlare di Opera viva, Opera morta o resurrezione dell'Opera, invece, è un discorso inutile. L'Opera in quanto genere di espressione artistica fa parte della nostra civiltà e della nostra cultura e, come tale, va considerata. Tra l'altro, oggi sta vivendo un momento favorevole: i teatri sono pieni e sono diventati anche luoghi di dibattito e di scambio di idee" si prosegue.
"Conviene spostare piuttosto il discorso su un altro piano: la lirica è un genere nato nel passato che per essere fruito deve essere realizzato nel presente; quindi, è nel rapporto tra passato e presente che si gioca la vitalità del genere e, soprattutto, la sua ricezione da parte del pubblico" viene illustrato infine.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: