le notizie che fanno testo, dal 2010

I Francescani all'Ara Coeli: focus nella serie "Divini devoti", 27 giugno Rai5

"Francescani, Domenicani, Benedettini, Filippini, Gesuiti: grandi ordini religiosi, protagonisti di lunghe vicende artistiche ma anche storiche e filosofiche. Lo storico dell'arte Claudio Strinati li racconta dall'interno delle loro chiese più rappresentative nella serie 'Divini devoti', che prende il via lunedì 27 giugno alle 19.55 su Rai5", fa sapere in una nota la tv di Stato.

"Francescani, Domenicani, Benedettini, Filippini, Gesuiti: grandi ordini religiosi, protagonisti di lunghe vicende artistiche ma anche storiche e filosofiche. Lo storico dell'arte Claudio Strinati li racconta dall'interno delle loro chiese più rappresentative nella serie 'Divini devoti', che prende il via lunedì 27 giugno alle 19.55 su Rai5" scrive in una nota la tv di Stato.
"Nel primo episodio è protagonista la Chiesa dell'Ara Coeli. Qui i Francescani risiedono dalla metà del 1200 e la chiesa ha rilevanza sia dal punto di vista artistico sia da quello 'leggendario'. La puntata si svolge quasi tutta all'interno della basilica - informa inoltre la Rai -, ma anche sulla piazza e la scalinata del Campidoglio, per rievocare la leggenda medievale di Augusto e la Sibilla. L'imperatore avrebbe avuto qui la visione di una donna con un bambino in braccio, motivo per il quale il sito venne consacrato."

Viene precisato: "All'interno della chiesa vengono rintracciati i monumenti e le opere d'arte connessi alla leggenda e viene raccontata la personalità di San Bernardino da Siena, celebre santo francescano, attraverso una ricognizione nella cappella Bufalini, affrescata nel Quattrocento dal Pinturicchio. Intervengono a sostenere e argomentare le tesi del prof. Strinati Paolo Ricca, pastore valdese, e Giorgio Croci, professore ordinario di Tecnica delle costruzioni."
Si illustra dunque: "La serie in dieci puntate 'Divini devoti' è dedicata ai grandi ordini religiosi che attraverso la loro storia ci permettono di raccontare al tempo stesso altre realtà: la Storia propriamente detta, la filosofia, la religione, le arti figurative, l'evoluzione della mentalità."

"I luoghi sono tutti romani con l'unica eccezione del Sacro Speco di Subiaco e dell'Abbazia di San Nilo a Grottaferrata, nella puntata dedicata ai Benedettini. Tra gli altri edifici sacri, la Chiesa Nuova per i Filippini, la Chiesa di Santa Maria sopra Minerva per i Domenicani, le chiese del Gesù e di Sant'Ignazio per i Gesuiti. In ogni puntata ne parlano i responsabili che ne vivono la quotidianità e i problemi pratici o teorici, gli studiosi delle opere d'arte, gli architetti, gli artisti, gli esperti di diverse discipline. Accanto a celebri dipinti e sculture del passato, vengono visitate e discusse anche opere che non sono state quasi mai oggetto di illustrazione televisiva. Il programma ha ottenuto il patrocinio del Fondo Edifici di Culto del Ministero dell'Interno" si conclude infine.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: