le notizie che fanno testo, dal 2010

Adozione ai gay: a Lo stato dell'arte, seconda serata 3 febbraio Rai5

"In molti Paesi anche gli omosessuali hanno diritto di adottare un bambino. E in alcuni la possibilità è offerta anche ai single. Cosa è giusto o meglio per i bambini? Hanno il diritto di avere un papà e una mamma? A 'Lo stato dell'arte', il programma di Rai Cultura in onda mercoledì 3 febbraio alle 23.15 su Rai5", si segnala in un comunicato della tv pubblica.

"Secondo quanto stabilito dalla Corte europea dei diritti dell'uomo nel 2008 - si segnala in un comunicato dalla tv pubblica di Stato -, in molti Paesi anche gli omosessuali hanno diritto di adottare un bambino. E in alcuni la possibilità è offerta anche ai single. Al di là di ciò che può essere giusto o meglio per i potenziali genitori, cosa è giusto o meglio per i bambini? Hanno il diritto di avere un papà e una mamma? A 'Lo stato dell'arte', il programma di Rai Cultura in onda mercoledì 3 febbraio alle 23.15 su Rai5, Maurizio Ferraris ne parla con Vera Tripodi, post-dottoranda all'Università di Torino e autrice di 'Filosofia della sessualità' e di 'Filosofie di genere', e con Lucetta Scaraffia, storica, giornalista e professore associato di Storia contemporanea alla Sapienza di Roma."
"Per Vera Tripodi non è necessario che i bambini abbiano due genitori di sesso diverso per crescere felici. I bambini hanno il diritto di essere amati e tutelati. La relazione che fonda la genitorialità è quella di custodia e di affidamento - viene reso noto in conclusione -, e il sesso dei genitori non è a tal riguardo in alcun modo determinante. Molti studi dimostrerebbero, secondo Vera Tripodi, che i figli adottati da coppie omosessuali non manifestano alcun disagio e che, anzi, s'integrano bene in classe, sono tendenzialmente più tolleranti verso le diversità e meno conformisti rispetto ai ruoli e agli stereotipi di genere. Di diverso avviso Lucetta Scaraffia, che ritiene che i bambini dovrebbero avere una madre femmina e un padre maschio perché nella realtà gli esseri umani nascono da un uomo e una donna, da uno spermatozoo e da un ovulo. I bambini hanno diritto di conoscere da dove vengono, la loro origine biologica e, possibilmente, di vivere con i propri genitori naturali. Le ricerche sullo sviluppo psicologico e cognitivo nella prima infanzia, inoltre, dimostrerebbero che il bambino interpreta e classifica la realtà secondo uno schema di tipo binario, che trarrebbe origine dalla opposizione maschile/femminile. Non può bastare l'amore per crescere un bambino."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: