le notizie che fanno testo, dal 2010

Dal lago di Burano, prima area protetta del WWF: Speciale Oasi su Rai3, 29 maggio

"Nata cinquanta anni fa è la prima area protetta del WWF. Dalla Riserva naturale del lago di Burano, in Toscana, uno dei luoghi simbolo della Festa delle Oasi del Wwf, Beppe Rovera conduce lo Speciale dedicato alle Oasi, in onda domenica 29 maggio alle 8.45 su Rai3", illustra in un comunicato la tv pubblica.

"Nata cinquanta anni fa per iniziativa di Fulco Pratesi che, con un gruppo di amici, la acquistò, scongiurando l'ipotesi di una grave speculazione edilizia, è la prima area protetta del WWF. Dalla Riserva naturale del lago di Burano, in Toscana, uno dei luoghi simbolo della Festa delle Oasi del WWF, Beppe Rovera conduce lo Speciale dedicato alle Oasi, con la regia Rossella de Bonis, a cura di Carlo De Blasio, in onda domenica 29 maggio alle 8.45 su Rai3" scrive in una nota la tv di Stato.

"Oltre due ore di diretta per un lungo viaggio alla scoperta dei luoghi più 'preziosi' del nostro Paese e del suo ambiente naturale. Le Oasi oggi sono oltre centoventi in tutta Italia, ciascuna con caratteristiche speciali e capaci comunque di svolgere non solo funzioni di conservazione e protezione, ma anche di educazione ambientale, di coltivazioni biologiche, di laboratori scientifici. In trasmissione interverranno ospiti e testimonials. In sommario, due collegamenti in diretta con l'Oasi di Penne in Abruzzo e con quella di Vila Paolina ad Asti. Altri servizi riguardano: l'Oasi di Miramare a Trieste dove si visita anche la nave scuola della Marina Militare Amerigo Vespucci; le Saline di Trapani; la Riserva di Tirrenia e quella di Bosco Rocconi in Toscana. Inoltre, in un reportage dal Congo, Isabella Pratesi racconta il difficile e pericoloso lavoro di contrasto alla cattura illegale dei gorilla col lancio della campagna di raccolta fondi per supportare tale attività a tutela del 'cuore verde dell'Africa'. Ancora: l'attività antibracconaggio in Italia raccontata in due inchieste da Ischia e dalla Lombardia. Dalle Marche, obiettivo sulla bellezza spettacolare dei monti Sibillini con i lupi e sulla problematica del rapporto con pastori e popolazioni locali" prosegue la Rai.
Si riferisce in ultimo: "Infine: il mare del Santuario dei Cetacei a rischio costante per gli incidenti delle petroliere - 25 anni fa il caso Haven che ha 'asfaltato' chilometri di fondali - con una visita ragionata al quartiere di Genova Multedo, assediato da ogni sorta di attività industriali a elevato impatto ambientale."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: