le notizie che fanno testo, dal 2010

Vertici Rai: Mago Zurlì e Topo Gigio sfidano Santoro e Freccero

Sembra che Topo Gigio abbia commentato la proposta di Cino Tortorella con "ma cosa mi dici mai?", quando il Mago Zurlì gli ha comunicato di aver inviato il suo curriculum a Mario Monti per il posto di presidente o direttore generale della Rai, a cui concorrono finora Michele Santoro e Carlo Freccero.

Michele Santoro e Carlo Freccero pensavano forse di aver la strada spianata riguardo le loro candidature a presidente o direttore generale della Rai, che se il governo Monti non avesse accolto sarebbero servite almeno come riempitivo di diverse puntate di Servizio Pubblico, come potrebbe pensare qualche malizioso.
E invece, tra il giornalista e il direttore di Rai 4, balzato agli "onori" della cronaca per la famosa telefonata (http://www.youtube.com/watch?v=K6SMX4oA6y8) non troppo cordiale con il giornalista di Libero che aveva scritto un articolo sulla serie tv "Fisica o chimica", si inserisce "nientepopodimenoché" il Mago Zurlì e Topo Gigio, che oltretutto precisano a Mario Monti di voler prestare "gratuitamente" tutta la loro esperienza alla Rai.
La candidatura di Cino Tortorella non è uno scherzo, al massimo forse una provocazione, ma come rivela il Corriere della Sera il famoso Mago Zurlì ha già inviato una lettera, con tanto di curriculum (simile a quello che Michele Santoro e Carlo Freccero hanno pubblicato sul sito di Servizio Pubblico http://is.gd/xn2dXY), dove indica come collaboratore la sua famosa spalla Topo Gigio.
"Egregio presidente Monti - inizia la lettera di Cino Tortorella - avendo letto la proposta di autocandidatura di Michele Santoro e di Carlo Freccero alla direzione generale e alla presidenza della Rai, ho pensato, forse con un po' di presunzione, che anch'io potrei avere qualche motivo per avanzare la stessa richiesta. Ho perciò stilato il curriculum che le allego con la speranza di avere qualche probabilità di essere preso in considerazione".
Il Mago Zurlì spiega di non voler "ardire a paragonarsi a Michele Santoro ma - aggiunge - posso assicurare che ho realizzato programmi molto più gradevoli e intelligenti di quelli di Freccero".
L'obiettivo di Cino Tortorella in Rai, si spiega sempre nella lettera, sarà quello di "ridare alle famiglie italiane la Tv dei Ragazzi indecentemente cancellata dalla programmazione Rai", e proprio per questo chi, se non Topo Gigio, come miglior collaboratore? "Gigio è entrato nel mondo dello spettacolo nel lontano 1959, due anni dopo il sottoscritto - precisa Cino Tortorella - ha partecipato a migliaia di spettacoli in tv e a teatro", in Italia e nel mondo, ospitato tra l'altro ben "99 volte dell'Ed Sullivan Show".
I curriculum del Mago Zurlì e di Topo Gigio, in effetti, sono di tutto rispetto, ma se Mario Monti non prenderà in considerazione tale proposta Cino Tortorella promette che non farà "lo sciopero della fame, come minacciato da Freccero, poiché - conclude - considero troppo importante mangiare. E mangiare bene".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: