le notizie che fanno testo, dal 2010

Stasera in tv a Superquark le Alpi viste dall'alto e gara di robot

"Giovedì 25 giugno la prima puntata di Superquark, su Rai1 alle 21.20 (in HD), aprirà con un bellissimo documentario: le alpi viste dall'alto, così come le possono vedere solo le aquile. Grazie a una telecamera ad altissima definizione montata su un elicottero, infatti, si avrà l'impressine di volare sulle vette, sfiorare le cime e osservare da una prospettiva del tutto nuova pareti vertiginose, ghiacciai, laghi cristallini, ma anche castelli, trincee della prima guerra mondiale e spericolati sciatori che scendono quasi verticalmente le montagne tra neve e rocce", viene esposto in una nota della tv pubblica.

"Giovedì 25 giugno la prima puntata di Superquark - si espone in un comunicato dalla tv di Stato -, su Rai1 alle 21.20 (in HD), aprirà con un bellissimo documentario: le alpi viste dall'alto, così come le possono vedere solo le aquile. Grazie a una telecamera ad altissima definizione montata su un elicottero, infatti, si avrà l'impressine di volare sulle vette, sfiorare le cime e osservare da una prospettiva del tutto nuova pareti vertiginose, ghiacciai, laghi cristallini, ma anche castelli, trincee della prima guerra mondiale e spericolati sciatori che scendono quasi verticalmente le montagne tra neve e rocce."
"Si vedranno da vicino i grandi protagonisti delle catene alpine - rendono noto ancora dalla Rai -, come il Monte Bianco e il Cervino, ma anche stambecchi e scalatori. Una natura che nessuno riusciva ad avvicinare e che oggi svela tutta la sua imponente bellezza ma anche, come si vedrà, i suoi problemi. In queste settimane, poi, si sono rievocati i 100 anni della Grande Guerra. Una guerra combattuta nelle trincee, nel fango e nel sangue. Tutte le guerre sono atroci, ma quella del '15-'18 aveva un nemico in più: i batteri. La mancanza di antibiotici e di cure mediche efficienti era sinonimo di morte per ferite che oggi possono, invece, essere curate. Giulia De Francovich, racconterà la guerra parallela condotta da medici e chirurghi per combattere le infezioni che facevano stragi e per soccorrere i feriti in modo più veloce ed efficiente."
"Alberto Angela, tra imponenti resti romani e grotte marine, condurrà, invece, i telespettatori tra le bellezze archeologiche e naturali del Parco di Gaiola, un pezzo di costa tra Posillipo e Nisida scelto per la sua bellezza già dai romani, come dimostrano la grande quantità di rovine vistabili sopra e sotto l'acqua del mare" si prosegue.
"A Los Angeles, pochi giorni fa, una gara fra robot alle prese con un ambiente ostile e senza comandi dall'uomo ha fatto capire capacità e limiti di queste macchine. Superquark era sul posto per la cronaca di una straordinaria competizione e, infine, si parlerà delle Olimpiadi di Rio: manca un anno e la preparazione delle squadre che vi parteciperanno è ormai cominciata. Come si stanno allenando gli atleti italiani? Tecnologie e tecniche dietro le quinte, dodici mesi prima delle gare" si continua.
"Rubriche: Anche quest'anno ci sarà il Dietro le quinte della Storia - si mette inoltre al corrente -, con il prof. Alessandro Barbero: nella prima puntata, il re Giorgio d'Inghilterra, il kaiser Guglielmo II di Germania e lo zar di Russia Nicola II, tre cugini allo scoppio della Prima Guerra Mondiale."
"Per la Scienza in Cucina - viene segnalato al termine -, la nutrizionista dr.ssa Elisabetta Bernardi spiegherà come alcuni cibi influenzino lo sviluppo e le funzioni del cervello. Ci sono quindi alimenti per diventare più intelligenti? Tecnologia: in studio sarà presente Roberto Cingolani, direttore scientifico dell'Istituto Italiano di Tecnologia, che nella prima puntata commenterà la partecipazione dell'IIT alla gara tra robot a Los Angeles. Tornerà la rubrica Viaggio nel comportamento animale. Si parlerà di gufi con il prof. Danilo Minardi e Piero Angela."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: