le notizie che fanno testo, dal 2010

Stasera in tv 4 agosto "Il giorno e la storia" ricorda la strage dell'Italicus

"4 agosto 1974: nella carrozza numero cinque del treno Italicus Roma - Brennero esplode una bomba. Dodici morti, una cinquantina di feriti. La strage viene rivendicata dall'estrema destra di Ordine Nero, ma le indagini non portano a nessun colpevole. Una pagina tragica e oscura della storia d'Italia che il direttore di Limes, Lucio Caracciolo, rilegge a 'Il Giorno e la Storia', il programma di Rai Cultura in onda martedì 4 agosto su Rai Storia", si diffonde in una nota dalla tv pubblica di Stato.

La Rai comunica, attraverso una nota pubblicata sul sito istituzionale: "4 agosto 1974: nella carrozza numero cinque del treno Italicus Roma - Brennero esplode una bomba. Dodici morti, una cinquantina di feriti. La strage viene rivendicata dall'estrema destra di Ordine Nero, ma le indagini non portano a nessun colpevole."
"Una pagina tragica e oscura della storia d'Italia che il direttore di Limes, Lucio Caracciolo, rilegge a 'Il Giorno e la Storia', il programma di Rai Cultura in onda martedì 4 agosto alle 00.40 e in replica alle alle 08.30, 11.30, 14.00 e alle 20.30 su Rai Storia" prosegue la tv di Stato.
"Nel giorno della sua scomparsa - si sottolinea in ultimo -, inoltre, un ritratto di Giovanni Spadolini, politico, storico e giornalista italiano, considerato uno dei più grandi studiosi della storia italiana dell'Ottocento. Più volte ministro è stato, tra l'altro, il primo presidente del consiglio dei Ministri non democristiano nella storia dell'Italia repubblicana, dal 28 giugno 1981 al primo dicembre 1982."

© riproduzione riservata | online: | update: 04/08/2015

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Stasera in tv 4 agosto "Il giorno e la storia" ricorda la strage dell'Italicus
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI