le notizie che fanno testo, dal 2010

Rai: su internet tutta la Prima Guerra Mondiale in 60 web doc

"La Prima Guerra Mondiale e il suo racconto hanno una 'casa' sul web: è il nuovo portale di Rai Cultura www.grandeguerra.rai.it e fa rivivere la Grande Guerra in una serie di sessanta web doc dal titolo 'La Grande Guerra 100 anni dopo' con la narrazione di Carlo Lucarelli e la consulenza storica di Antonio Gibelli e Mario Isnenghi", viene riportato in una nota dalla tv di Stato.

"La Prima Guerra Mondiale e il suo racconto hanno una 'casa' sul web: è il nuovo portale di Rai Cultura www.grandeguerra.rai.it e fa rivivere la Grande Guerra in una serie di sessanta web doc dal titolo 'La Grande Guerra 100 anni dopo' con la narrazione di Carlo Lucarelli e la consulenza storica di Antonio Gibelli e Mario Isnenghi" si rende pubblico in una nota dalla tv di Stato.
"Divisi per anno e per tematica e arricchiti di pagine di quotidiani - si sottolinea inoltre -, fotografie e brani di libri, i documentari analizzano la nascita e l'evoluzione del conflitto: la politica e la diplomazia, le alleanze e il contesto internazionale, le nuove armi e le strategie militari, il fronte interno e l'economia di guerra, le battaglie e i grandi rivolgimenti come la Rivoluzione russa."
"La serie, visibile a tutti sul web, è stata pensato per le scuole, come supporto didattico e multimediale per avvicinare al primo conflitto mondiale le nuove generazioni e i cosiddetti nativi digitali, in un'ottica di vero Servizio Pubblico. Anche per questo la Rai ha voluto donare i sessanta web doc alle scuole italiane nella presentazione di martedì 7 ottobre al Quirinale, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Lo ha fatto Il Direttore Generale Rai, Antonio Campo Dall'Orto, affidando simbolicamente una chiavetta usb con tutta la serie sulla Grande Guerra al sottosegretario del ministero dell'Istruzione, Gabriele Toccafondi. 'E' un elemento di orgoglio per la Rai – ha detto Campo Dall'Orto – Sono nipote di uno dei ragazzi del '99 e i racconti della Grande Guerra hanno accompagnato la mia infanzia. Sono convinto che sempre di più la memoria passi attraverso le emozioni, solo così si riesce a costruire un ponte con avvenimenti lontani nel tempo. I due capisaldi su cui ho sempre cercato di lavorare sono il rigore rispetto al racconto dei fatti e la contemporaneità dei linguaggi. In questa iniziativa l'unione di questi elementi è realizzata in maniera egregia'. Alla presentazione sono intervenuti, inoltre, Franco Marini, presidente del Comitato per gli Anniversari di interesse nazionale; gli storici Antonio Gibelli e Mario Isnenghi, consulenti scientifici del progetto; e il direttore di Rai Cultura, Silvia Calandrelli" si prosegue.
Nel comunicato la televisione pubblica spiega dunque: "La galleria dei documentari di 'La Grande Guerra 100 anni dopo' su www.grandeguerra.rai.it si apre con il racconto della 'Belle Epoque' che il conflitto avrebbe spezzato e si chiude con il 'mito' dei caduti, passando per gli episodi più significativi: dalla guerra di trincea su tutti i fronti a quella di cielo e di mare, dalle mosse delle grandi potenze alla battaglia di Vittorio Veneto. Senza dimenticare il 'quotidiano' della guerra: i soldati e il 'tempo libero', il ruolo delle donne, la vita dei prigionieri, la letteratura sul conflitto, il lavoro dei cappellani militari."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: