le notizie che fanno testo, dal 2010

Rai: crescita ascolti radio, inversione di tendenza

"'Siamo molto soddisfatti per i risultati che Radio Rai ha ottenuto nel 1 semestre 2015. Si tratta di una importante inversione di tendenza dopo anni in cui il settore radiofonico soffriva rispetto alla concorrenza'", si spiega in un comunicato della tv pubblica di Stato riportando le parole del Direttore Generale della Rai Luigi Gubitosi che commenta i dati di Eurisko - Radiomonitor.

"'Siamo molto soddisfatti per i risultati che Radio Rai ha ottenuto nel 1 semestre 2015. Si tratta di una importante inversione di tendenza dopo anni in cui il settore radiofonico soffriva rispetto alla concorrenza'" riferisce con una nota la tv pubblica di Stato riportando le parole del Direttore Generale della Rai Luigi Gubitosi che commenta i dati di Eurisko - Radiomonitor.
"In particolare cresce Radio2 che supera i 3 milioni di ascoltatori con un incremento di oltre il 4,3 per cento su base annua e 9,1 per cento rispetto al 2 semestre 2014" si prosegue.
"Dato eclatante per Radio3 con oltre 1 - si evidenzia quindi -,3milioni di ascoltatori nel giorno medio e rispetto al secondo semestre del 2014 segna un 9,9 per cento in più. Aumenta anche Radio1 che ha fatto registrare un incremento del 6 per cento rispetto allo scorso anno con oltre 4,2milioni di ascoltatori nel giorno medio. Anche Isoradio, rilevata in questi sei mesi per la prima volta, ha fatto registrare un dato più che soddisfacente con 766mila ascoltatori.
"'Dai dati - ha aggiunto il Direttore di RadioRai Nicola Sinisi .- emerge chiaramente il grande impegno e l'impulso di rinnovamento che l'azienda ha impresso alla radiofonia. In particolare vorrei segnalare il fatto che a distanza di un anno Radio Rai ha ottenuto un incremento che supera il milione di contatti lordi equivalente all'aumento relativo alla platea radiofonica italiana. Nuova sfide di attendono come il DAB e la trasformazione delle web Radio'" viene comunicato in conclusione.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: