le notizie che fanno testo, dal 2010

Rai Storia: stasera in tv 28 ottobre la "Bella Storia" di Annalisa Balloi

"Laurea in Scienze Biologiche a Cagliari e collaborazione con il Cnr di Pisa, Annalisa Balloi, è presidente ed amministratore delegato di una start-up che studia l'impiego dei batteri e dei microbi per diverse applicazioni, dalla salute delle api al restauro dei monumenti. Al centro di 'Bella Storia', il programma di Rai Cultura, ideato e condotto da Maurizio Costanzo, in onda mercoledì 28 ottobre alle 23.00 su Rai Storia", si espone in un comunicato la Rai.

"Laurea in Scienze Biologiche a Cagliari e collaborazione con il CNR di Pisa, Annalisa Balloi, è presidente ed amministratore delegato di una start-up che studia l'impiego dei batteri e dei microbi per diverse applicazioni, dalla salute delle api al restauro dei monumenti. - mette al corrente in una nota la tv di Stato - La storia di questa giovane microbiologa di origini sarde, con il sogno di portare le sue ricerche fuori dall'università, è al centro di 'Bella Storia', il programma di Rai Cultura, ideato e condotto da Maurizio Costanzo, in onda mercoledì 28 ottobre alle 23.00 su Rai Storia."
"Nel dottorato in Microbiologia Ambientale presso la Statale di Milano - si osserva quindi -, Annalisa ha messo a punto il brevetto di un probiotico che protegge da alcune patologie, depositato nel 2009. La scoperta l'ha portata a un premio che le ha permesso la fondazione della start-up che oggi conta cinque soci e due dipendenti, e ha già ottenuto riconoscimenti per l'impegno e i risultati ottenuti nel settore delle biotecnologie ambientali e nello studio dei microbi, riconsiderati come benefici alleati. Un percorso di formazione eccellente che Annalisa ha saputo sfruttare al meglio riuscendo ad avviare le sperimentazioni del probiotico, oggi seguito da parte di una multinazionale inglese, che probabilmente lo commercializzerà nel 2017."
"Nel frattempo Annalisa - viene spiegato in conclusione -, mamma di un bambino di tre anni e docente di 'Elementi di Biologia applicata al restauro' presso l'Accademia delle Belle Arti di Brera, dopo aver vinto i 250.000 euro del Premio Marzotto, ha rilevato un altro brevetto: un preparato costituito da batteri capaci di ripulire le opere d'arte annerite dal tempo. Il prodotto, già in commercio, ha dato ottimi risultati nel restauro di parti del Duomo di Milano, del basamento della Pietà Rondanini e di aree della Chiesa di Santa Maria delle Grazie."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: