le notizie che fanno testo, dal 2010

Rai Storia: stasera in tv 19 ottobre un mondo di donne come Sophia Loren

"Diva, bellissima, aristocratica e popolana nello stesso tempo, è una delle icone del cinema italiano nel mondo, ma anche simbolo di coraggio e riscatto sociale. A Sophia Loren, una vita come un film, si ispirano le storie raccontate nella puntata di 'Un mondo di donne', in onda lunedì 19 ottobre alle 23.00 su Rai Storia", informa in un comunicato la tv di Stato.

"Diva, bellissima, aristocratica e popolana nello stesso tempo, è una delle icone del cinema italiano nel mondo, ma anche simbolo di coraggio e riscatto sociale. A Sophia Loren, una vita come un film, si ispirano le storie raccontate nella puntata di 'Un mondo di donne', in onda lunedì 19 ottobre alle 23.00 su Rai Storia" comunica la tv pubblica.
"Si parte con la napoletana Marina Rippa - viene annotato ancora -, da anni impegnata in progetti rivolti al mondo femminile, fondatrice a Forcella di un laboratorio teatrale per le donne disagiate del quartiere. Sarte, donne delle pulizie, disoccupate, precarie si ritrovano così attrici di spettacoli nei quali possono mettere in scena ed esprimere le proprie difficoltà quotidiane, ma al tempo stesso trovare anche momenti di serenità. Il progetto sta riscuotendo un grande successo, al punto che sono le stesse donne a non volerne rinunciare."
"Da Napoli a Milano - si prosegue inoltre -, dove il gruppo comico al femminile 'Le Scemette' - composto da Rossana Carretto, Alessandra Ierse, Laura Magni, Cinzia Marseglia, Viviana Porro, Nadia Puma e Alessandra Sarno - racconta in modo satirico e irriverente ciò che conosce da vicino: il mondo delle donne."
"'Le Scemette' portano sul palcoscenico vizi e difetti delle donne che ognuno di noi può incontrare ogni giorno per la strada, donne comuni raccontate facendo leva su stereotipi e cliché sempre attuali, mostrando il bello del gentil (a volte non troppo) sesso, tra virtù e nonsense" si continua.
"Obiettivo, infine, sulla principessa Joss Umuganwa, nipote dell'ultimo re del Rwanda, fuggita all'estero dopo il genocidio nel suo Paese. Ora è residente ad Amsterdam e dedica il suo tempo a diverse iniziative benefiche e umanitarie. È Presidente della Fondazione Waka Waka, una Ong che opera a livello internazionale per combattere la povertà energetica e promuovere le energie sostenibili, tutelando così la salute delle persone" si spiega in conclusione nella nota.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: