le notizie che fanno testo, dal 2010

Rai Storia: stasera in tv 17 agosto viaggio nella bellezza tra Sovana e Pitigliano

"Un percorso che abbraccia un arco di tempo che dal terzo secolo avanti Cristo arriva ai giorni nostri e che si snoda in una manciata di chilometri: lo spazio che intercorre tra Sovana e Pitigliano. Lo racconta 'Italia: viaggio nella bellezza', il programma di Rai Cultura in collaborazione con il ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, in onda lunedì 17 agosto alle 21.30 su Rai Storia", diffonde in un comunicato la tv di Stato.

"Un percorso che abbraccia un arco di tempo che dal terzo secolo avanti Cristo arriva ai giorni nostri e che si snoda in una manciata di chilometri: lo spazio che intercorre tra Sovana e Pitigliano. Lo racconta 'Italia: viaggio nella bellezza', il programma di Rai Cultura in collaborazione con il ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, in onda lunedì 17 agosto alle 21.30 su Rai Storia" si comunica dalla tv pubblica.
"Si parte dalla necropoli etrusca di Sovana dove la tomba Ildebranda troneggia incastonata nella natura, una meraviglia architettonica in cui tutto è chiaro ed esemplare come accade anche per la vicina tomba patrizia caratterizzata dalla statua di un uomo adagiato sul triclinio ricoperto da una tunica perfettamente panneggiata. Lasciata la necropoli, percorrendo per pochi chilometri una delle vie cave scavate nel tufo dagli Etruschi, si arriva a Sovana, un'incredibile cittadina medievale, pressoché intatta, che degrada dolcemente verso la campagna" si prosegue.
"Qui il Duomo metà romanico e metà gotico, la chiesa di Santa Maria Maggiore col suo ciborio molto ben conservato, il Palazzo Pretorio, la Rocca Aldobrandesca e le pavimentazioni a spina di pesce che si trovano in tutta la cittadina descrivono l'epoca aldobrandesca in tutta la sua essenza" si continua.
Viene divulgato in conclusione: "Proseguendo sulla via cava di San Giuseppe si giunge nella vicinissima Pitigliano dall'antico ingresso che testimonia il passaggio artistico e culturale dagli Aldobrandeschi agli Orsini. È la via di Zuccarelli che si inerpica attraverso il ghetto ebraico dall'interessante e particolare storia. Ma Pitigliano non è soltanto il ghetto, ci sono gli affreschi astrologici appena restaurati, il palazzo Orsini, la bellezza del paesaggio e il dedalo di stradine che dalle mura si irradiano attraverso tutta la cittadina, testimonianza di culture differenti. Nella rubrica 'I mestieri della cultura' si parla, invece, di luce e opere d'arte. Se le condizioni di luce sono parte integrante di un'opera, come si può realizzare l'illuminazione senza tradirne l'essenza, anzi valorizzandone il potenziale? È possibile grazie al lavoro dei light designer. Tra i più famosi light designer italiani, Francesca Storaro, docente e membro del consiglio direttivo dell'Accademia della Luce e light designer, utilizza la luce per vestire di nuova vita edifici e opere d'arte. Nella puntata il racconto del suo prossimo progetto: l'illuminazione della Chiesa di San Bernardino a L'Aquila, simbolo della rinascita della città dopo il terremoto."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: