le notizie che fanno testo, dal 2010

Rai Storia, a.C.d.C. seconda serata 7 dicembre: Alessandro Magno

"Avevamo 'inventato' la democrazia, traducendola in realtà in centinaia di città indipendenti. Eppure i greci cedettero al fascino di un solo uomo, un re. Il suo nome, Alessandro Magno che il professor Alessandro Barbero racconta in 'a.C.d.C.', il programma di Rai Cultura in onda lunedì 7 dicembre alle 22.30 su Rai Storia", si segnala in una nota la Rai.

"Avevamo 'inventato' la democrazia - espone in un comunicato la tv pubblica di Stato -, traducendola in realtà in centinaia di città indipendenti. Eppure i greci cedettero al fascino di un solo uomo, un re, che aveva promesso di portarli a conquistare il mondo. E mantenne la promessa. Il suo nome, Alessandro Magno che il professor Alessandro Barbero racconta in 'a.C.d.C.', il programma di Rai Cultura in onda lunedì 7 dicembre alle 22.30 su Rai Storia."
Si continua dunque: "Alessandro Magno è da sempre uno dei personaggi più affascinanti della storia, grande conquistatore e fondatore di un grande impero. Prima di lui c'erano già stati molti grandi imperi, ma perché proprio quello di Alessandro dovrebbe essere diverso e più affascinante? Certo, c'è la personalità di Alessandro, che è giovane, carismatico, che muore a 33 anni e nel frattempo ha conquistato il mondo, ma è in preda a un delirio di grandezza, si crede figlio di Dio e ammazza gli amici che osano contraddirlo."
"Perché, allora, è comunque così straordinario? Il fatto è che le conquiste di Alessandro Magno hanno davvero cambiato il mondo: ha portato la civiltà greca fino all'Egitto, all'India con risultati incredibili di scambio e di influenza reciproca perché ha voluto un incontro, non una sottomissione" si prosegue.
"E' emblematico il suo comportamento: in Egitto diventa faraone, in Persia diventa il Re dei re. La vita può continuare come prima, ma ora i greci e quelli che loro chiamano i barbari vivono insieme, e imparano gli uni dagli altri. E questo influenza il mondo antico per secoli" si informa al termine.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: