le notizie che fanno testo, dal 2010

Rai Storia, Italiani: stasera in tv 24 novembre chi era Vittorio Emanuele Orlando

"È passato alla storia come il 'Presidente della Vittoria', perché sostituì Cadorna con Diaz dopo l'amara sconfitta di Caporetto, risollevando così le sorti del Paese fino a condurlo a Vittorio Veneto. A Vittorio Emanuele Orlando è dedicata la puntata di 'Italiani' con Paolo Mieli, in onda martedì 24 novembre alle 22.00 su Rai Storia", viene scritto in una nota della tv pubblica.

passato alla storia come il 'Presidente della Vittoria', perché sostituì Cadorna con Diaz dopo l'amara sconfitta di Caporetto, risollevando così le sorti del Paese fino a condurlo a Vittorio Veneto. A Vittorio Emanuele Orlando, classe 1860, personalità complessa e mente brillante, giurista innovatore, fondatore del Diritto Pubblico Italiano, politico attento e liberale, è dedicata la puntata di 'Italiani' con Paolo Mieli, in onda martedì 24 novembre alle 22.00 su Rai Storia. Il documentario firmato da Simona Fasulo ripercorre le tappe più importanti che hanno caratterizzato la sua vita e quella del Paese, dalle illuminate riforme della scuola del 1903 alla controversa partecipazione alla conferenza di Pace di Versailles del 1919, fino alla Costituente negli anni 1945-47, alla firma della Costituzione nel 1947 e alla disputa con De Gasperi sul Trattato di Pace 1947" riferisce in un comunicato la tv pubblica di Stato.
"Un'attenzione particolare è dedicata agli anni dell'occupazione nazista di Roma raccontata attraverso il diario redatto dallo stesso Vittorio Emanuele Orlando nel corso degli otto mesi che passò in clandestinità - si comunica in ultimo -, ricercato dai tedeschi e dai fascisti. A guidarci tra le scelte politiche e personali e le angosce di un uomo che aveva dovuto lasciare la politica durante il fascismo, ma che continuava a mantenere una visione lucida e moderna del Paese, sono Valdo Spini, Presidente dell'Associazione delle Istituzioni di Cultura Italiane, Maurizio Fioravanti, professore ordinario di Storia del diritto medievale e moderno, Nicla Buonasorte, curatrice del diario 1943-44, e i nipoti di Orlando, che hanno lavorato a lungo sui documenti del nonno fino a costituire il 'Fondo Vittorio Emanuele Orlando', custodito presso la Biblioteca della Camera dei Deputati."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: