le notizie che fanno testo, dal 2010

Rai Storia 9 ottobre: quando l'Italia passò da neutrale ad interventista nella Grande Guerra

"Allo scoppio della Prima Guerra Mondiale l'Italia rimane neutrale, anche se l'opinione pubblica si divide fin da subito. Il tema è al centro della quarta puntata di 'A 100 anni dalla grande guerra' in onda venerdì 9 ottobre alle 22.30 su Rai Storia", mettono al corrente in una nota dalla tv pubblica di Stato.

La tv di Stato comunica, attraverso quest'ultima nota pubblicata sul sito web: "Allo scoppio della Prima Guerra Mondiale l'Italia rimane neutrale, anche se l'opinione pubblica si divide fin da subito tra coloro che ritengono la scelta del governo corretta e coloro che, invece, vorrebbero un intervento immediato nel conflitto, magari a fronte di una restituzione, da parte dell'Austria, di Trento e Trieste. Il tema è al centro della quarta puntata di 'A 100 anni dalla grande guerra' - la serie prodotta da Rai Storia, già uscita in edicola con il Corriere della Sera/Gazzetta dello Sport, presentata da Paolo Mieli, con la conduzione di Carlo Lucarelli e con la consulenza storica di Antonio Gibelli e Mario Isnenghi – in onda venerdì 9 ottobre alle 22.30 su Rai Storia."
"Dopo la battaglia della Marna, la situazione precipita e lo spirito nazionalista si rafforza chiedendo a gran voce il passaggio dalla neutralità all'intervento. Radicali, repubblicani, una parte del movimento operaio e i nazionalisti fanno fronte comune, appoggiati da quasi tutti gli intellettuali, chiedendo l'intervento immediato nel conflitto. Il 26 aprile 1915 a Londra viene firmato un patto segreto secondo cui il governo italiano si impegna a mobilitare gli eserciti entro un mese: l'Italia entra in guerra a fianco dell'Intesa" si riferisce al termine.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: