le notizie che fanno testo, dal 2010

Rai Storia 18 ottobre: "Selvaggi. Con rispetto parlando" di Sante Altizio

"'Buoni', ma selvaggi. Così, a lungo, la stessa Chiesa Cattolica ha considerato i popoli del Terzo Mondo. Un'idea poi profondamente mutata e che - in occasione della 'Giornata missionaria mondiale' - Rai Cultura racconta in 'Selvaggi. Con rispetto parlando' di Sante Altizio, in onda domenica 18 ottobre alle 15.30 su Rai Storia per il ciclo 'Speciali Storia'", viene riferito in un comunicato dalla tv di Stato.

"'Buoni', ma selvaggi. Così, a lungo, la stessa Chiesa Cattolica ha considerato i popoli del Terzo Mondo. Un'idea poi profondamente mutata e che - in occasione della 'Giornata missionaria mondiale' - Rai Cultura racconta in 'Selvaggi. Con rispetto parlando' di Sante Altizio, in onda domenica 18 ottobre alle 15.30 su Rai Storia, per il ciclo 'Speciali Storia' " rende pubblico con una nota la tv di Stato.
"In primo piano - attraverso la produzione audiovisiva missionaria, originale e spesso inedita degli anni dal 1930 al 1970 - l'evoluzione dell'idea di 'selvaggio' tra le file della Chiesa Cattolica che già dalla fine del 1400, si era mossa ben lontana dai confini europei. Fino al termine degli Anni Sessanta gli esseri umani che non avevano 'la fortuna' di essere di razza bianca caucasica, in gran parte del globo, erano considerati 'selvaggi'" si prosegue.
"E' stato necessario molto tempo perché un 'diverso' fosse considerato 'eguale': un processo che ha seguito un percorso solo in parte parallelo rispetto alla società bianca e laica perché il razzismo trova posto raramente tra le fila ecclesiastiche, anche se non manca un paternalismo dai toni spesso eccessivi" si continua.
Si evidenzia infine nel comunicato: "Ciò che colpisce è che l'azzeramento dell'apartheid, del riconoscimento di eguali diritti a prescindere dalla razza è prima della Chiesa e poi 'del mondo'. Il Concilio Vaticano II precede gli stravolgimenti del Sessantotto. La gerarchia ecclesiale è già multiculturale quando il sogno di Martin Luther King viene spezzato. L'idea di 'religione universale' diviene il grimaldello che scardina secoli di paternalismo bianco. Attraverso i filmati dell'epopea missionaria si celebra la forza salvifica e redentrice della Chiesa che arriva laddove nessun altro avrebbe avuto il coraggio di andare: in regioni remote di Asia, Africa, America Latina. Questi materiali, pur nella loro ingenuità, sono tra i pochi a insinuare qualche dubbio sulla bontà della dottrina della 'supremazia bianca', aprendo una piccola crepa, spesso inconsapevole, nel muro delle certezze razziali occidentali."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: