le notizie che fanno testo, dal 2010

Rai 5, Lo stato dell'arte 11 novembre: è lecito mentire in politica?

"Yanis Varoufakis, l'ex ministro greco dell'economia, pone un problema teorico: la politica è uno spazio di mistificazione istituzionalizzata? O è lo spazio in cui si fanno largo le grandi verità della storia? A 'Lo stato dell'arte', il programma di Rai Cultura in onda mercoledì 11 novembre alle 23.15 su Rai5, Maurizio Ferraris ne parla con Maurizio Bettini, classicista e scrittore, e Massimo Teodori, storico, politico e scrittore", ragguaglia in un comunicato la tv pubblica.

"Con la sua figura sorniona, Yanis Varoufakis, l'ex ministro greco dell'economia, pone un problema teorico: la politica è legittimamente l'ambito dei 'grandi artisti del governo' e dunque uno spazio di mistificazione istituzionalizzata? O è lo spazio in cui si fanno largo le grandi verità della storia, in cui non è lecito appellarsi a un preteso diritto di mentire per il bene dell'umanità? A 'Lo stato dell'arte', il programma di Rai Cultura in onda mercoledì 11 novembre alle 23.15 su Rai5, Maurizio Ferraris ne parla con Maurizio Bettini, classicista e scrittore, e Massimo Teodori, storico, politico e scrittore" comunica la tv di Stato.
"Per Maurizio Bettini vanno anzitutto fatte delle distinzioni: tra errore e finzione, prima di tutto. E poi tra vera menzogna e racconto. Un politico può mentire ai propri (con)cittadini se lo fa nel loro interesse, ossia nell'interesse dello Stato, ma non può mentire ai propri (con)cittadini se lo fa nell'interesse del partito a cui appartiene o peggio ancora in quello suo personale. Secondo Massimo Teodori, invece, la liceità o non liceità di mentire in politica non è soltanto una questione teorica, quanto piuttosto il prevalere di una cultura politica in determinati contesti storici. Se in Italia il concetto è molto flessibile, con l'accettazione della formula del 'fine che giustifica i mezzi' e della 'ragion di Stato', diverso è il peso della verità e della menzogna nella cultura anglosassone, in particolare in quella americana. Negli Stati Uniti a prevalente cultura protestante, mentire in politica è una colpa grave" si dà notizia in conclusione.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: