le notizie che fanno testo, dal 2010

Rai 3, Tgr Ambiente Italia 14 novembre: l'acqua e i beni comuni

"Acqua. Quella che paghiamo cara e che si perde. Quella che manca e che provoca guerre. Quella da difendere, anche da noi stessi. Parte dal bene comune per eccellenza la seconda puntata del nuovo ciclo di 'Ambiente Italia', il settimanale verde della Tgr condotto da Alessia Mari, in onda sabato 14 novembre alle 12.55 su Rai3", illustrano dalla tv pubblica di Stato.

"Acqua. Quella che paghiamo cara e che si perde. Quella che manca e che provoca guerre. Quella da difendere - segnala in una nota la tv pubblica di Stato -, anche da noi stessi. Parte dal bene comune per eccellenza la seconda puntata del nuovo ciclo di 'Ambiente Italia', il settimanale verde della Tgr condotto da Alessia Mari, in onda sabato 14 novembre alle 12.55 su Rai3."
La Rai sottolinea in aggiunta: "Ospite, in studio, il docente di diritto e giurista Ugo Mattei, autore del 'Manifesto dei beni comuni', ed estensore dei quesiti del Referendum del 2011, in cui gli italiani votarono per la gestione pubblica dei servizi idrici."
"In primo piano - si riferisce di seguito -, inoltre, la 'siccità' di Messina, dove, dal 24 ottobre, i cittadini vanno avanti facendo la fila alle autobotti, a causa della rottura di una conduttura posizionata in un territorio ad alto rischio idrogeologico. Acqua a rischio anche al Nord, nelle riserve idriche custodite dai ghiacciai dell' arco alpino come ricorda, in un servizio, lo storico Roberto Mantovani."
Si evidenzia dunque: "E che i ghiacciai siano vere e proprie 'sentinelle' anche del clima, lo sottolinea - in un'intervista - Luc Jacquet, regista premio Oscar per 'La marcia dei pinguini', che ora firma 'La glace et le ciel', documentario sugli studi del glaciologo Claude Lorius."
"Buone notizie, invece, da Marina di Pisa dove è stato installato un impianto pilota a impatto zero che utilizza l'acqua del mare per produrre energia elettrica dalle onde. Obiettivo, infine, sulle proteste dei cittadini di Assisi contro il progetto di una grande antenna telefonica di oltre venti metri, che incombe sul paesaggio della terra di San Francesco" si divulga in conclusione.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: