le notizie che fanno testo, dal 2010

Rai 1, A Sua Immagine 11 ottobre: Giovanni XXIII e la Misericordia

"Un'umanità straripante, una vicinanza ai poveri e agli afflitti fuori dal comune, una misericordia divenuta cifra di uno dei più grandi pontificati della storia moderna. Sono tutte caratteristiche di un grande santo, Papa Giovanni XXIII, che A Sua Immagine, nella puntata di domenica 11 ottobre alle 10.30, vuole sottolineare di nuovo in vista del Giubileo della Misericordia indetto da Papa Francesco", riferiscono in un comunicato dalla tv pubblica.

"Il discorso della Luna - rivela in una nota la tv pubblica di Stato -, la visita ai carcerati e agli ammalati degli ospedali di Roma, il Concilio Vaticano II. Ma soprattutto un'umanità straripante, una vicinanza ai poveri e agli afflitti fuori dal comune, una misericordia divenuta cifra di uno dei più grandi pontificati della storia moderna."
"Sono tutte caratteristiche di un grande santo, Papa Giovanni XXIII, che A Sua Immagine, nella puntata di domenica 11 ottobre alle 10.30, vuole sottolineare di nuovo in vista del Giubileo della Misericordia indetto da Papa Francesco" prosegue la Rai.
"In occasione della giornata in cui si festeggia la santità di questo grande Pontefice, canonizzato insieme a Giovanni Paolo II in una Roma gremita di pellegrini, la trasmissione ne ricorda i gesti e le parole più significative" si continua.
Viene descritto ancora: "In un'epoca in cui, come ricorda l'attuale Papa, proprio la misericordia e l'umanità di Roncalli sono necessarie più che mai. Alla Chiesa e al mondo intero. In diretta con Lorena Bianchetti ci saranno Marco Roncalli, storico e nipote del grande Pontefice, ospite in studio alla sede Rai di Milano, e Franca Giansoldati, vaticanista de Il Messaggero. Come ogni domenica, alle 10.55 linea alla Santa Messa. La funzione in diretta su Rai1 verrà trasmessa dalla Basilica S. Maria de finibus terrae in S. Maria di Leuca (LE). La regia della ripresa televisiva sarà affidata a Dino Cecconi, mentre il commento sarà di Franca Salerno."
"Al termine della Santa Messa si tornerà in studio per continuare a parlare di san Giovanni XXIII in attesa, come di consueto, dell'Angelus guidato da Papa Francesco dalla finestra del suo studio in piazza San Pietro" si riporta infine nel comunicato.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: