le notizie che fanno testo, dal 2010

Prix italia 2015: Italia e Francia i vincitori dei premi speciali Expo

"Italia e Francia sul podio dei Premi Speciali Expo Milano 2015 al 67esimo Prix Italia, che ha assegnato anche due menzioni speciali, una alla Rai e l'altra alla Zdf tedesca. Venerdì 25 settembre la premiazione, proprio all'interno del sito che ospita l'Esposizione Universale milanese", annunciano in un comunicato dalla tv pubblica di Stato.

"Italia e Francia sul podio dei Premi Speciali Expo Milano 2015 al 67° Prix Italia - illustrano in un comunicato dalla tv pubblica -, che ha assegnato anche due menzioni speciali, una alla Rai e l'altra alla Zdf tedesca. Venerdì 25 settembre la premiazione, proprio all'interno del sito che ospita l'Esposizione Universale milanese. Miglior programma televisivo sull'alimentazione come energia vitale del pianeta è stato giudicato 'Banking Nature' di Arte France, un documentario che analizza il ruolo esercitato dalle banche e dalla finanza sulle risorse viventi ed è 'correlato a elementi chiave dello sviluppo sostenibile e al futuro della produzione del cibo' come scrive la giuria, presieduta da Boudicca Downes, che ha attributo il premio al documentario francese anche per la 'notevole qualità della sceneggiatura, della colonna sonora, della fotografia e post-produzione'."
"Una menzione speciale - si specifica poi -, invece, per il documentario 'Hunger!', diretto da Angela Andersen e prodotto dalla Zdf, che indaga il perverso 'gioco della fame', innescato dalla crescente globalizzazione; e per il documentario 'Presadiretta – Salviamo il mare', prodotto dalla Rai e diretto da Andrea Bevilacqua: un viaggio nel Mediterraneo, un mare 'malato', aggredito da sostanze inquinanti che minacciano i prodotti alimentari che arrivano sulle nostre tavole."
"Nella sezione dedicata ai giovani talenti, infine, vince 'A Day at Expo', di Valentina Landenna, mentre 'A Day in the Future' di Leonardo Ferrari Carissimi si classifica secondo. Il primo – scrivono i giurati - 'spicca per i suoi significativi contenuti, le riprese, la fotografia e il montaggio di alto livello combinati a un focus sull'Expo come esperienza multiculturale e simbolica, contribuiscono a rendere l'opera coinvolgente'. L'opera di Ferrari 'traduce l'interessante idea dei bambini come il futuro che dipende dal cibo che produciamo. Presenta inoltre uno sguardo d'insieme sull'EXPO, i suoi padiglioni e le persone che li visitano': questa la motivazione della giuria internazionale" si espone in ultimo.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: