le notizie che fanno testo, dal 2010

Passaggio a nord ovest, pomeriggio 5 settembre: nel sito megalitico di Carnac

"Passaggio a nord ovest, il programma ideato e condotto da Alberto Angela, nella puntata in onda sabato 5 settembre alle 17.45 su Rai1, partirà per un lungo viaggio nelle remote origini dell'Europa, in Britannia, per visitare il sito megalitico più famoso del continente: Carnac", viene fatto sapere in una nota della tv pubblica di Stato.

"Passaggio a nord ovest - informano in una nota dalla tv pubblica di Stato -, il programma ideato e condotto da Alberto Angela, nella puntata in onda sabato 5 settembre alle 17.45 su Rai1, partirà per un lungo viaggio nelle remote origini dell'Europa, in Britannia, per visitare il sito megalitico più famoso del continente: Carnac."
La Rai informa ancora: "Nel 1923, la regione del Kanto, in Giappone, è stata colpita da un devastante terremoto che rase al suolo, nell'arco di pochi secondi, le città di Tokyo e Yokohama. Divamparono vasti incendi e, con il sopraggiungere di un tifone, si formarono trombe d'aria cariche di fuoco che calarono sulle città incenerendo tutto ciò che incontrarono sul loro cammino. Decine di migliaia di persone morirono tra le fiamme. C'è da qualche parte nell'arcipelago delle Hawai un luogo, ribattezzato la 'città dei delfini', dove gli uomini passano le giornate nuotando insieme a questi cetacei. Molte persone sono arrivate da lontano e si sono stabilite sull'isola proprio per vivere questa esperienza che ritengono salutare anche da un punto di vista psichico."
Viene spiegato poi: "Ma i vecchi abitanti, hawaiani di origine polinesiana e i biologi marini del luogo ritengono che l'invadenza umana stia causando grossi problemi alla vita dei delfini perché ne alterano i ritmi biologici e i comportamenti naturali."
Si chiude nel comunicato: "Nell'immensità del più misconosciuto dei deserti, il Sahara del Ciad, la spedizione di Ushuaïa Nature partirà alla ricerca del primo uomo: risale a 7 milioni di anni fa e si chiama 'Toumai', 'speranza di vita' nella lingua dei nomadi. Il suo cranio riposa da qualche parte, nella sabbia."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: