le notizie che fanno testo, dal 2010

Il Tg2 compie 40, nasceva come Studio aperto e c'era già Piero Angela

"Lunedì 15 marzo 1976 - in attuazione della legge di Riforma della Rai, varata l'anno prima - nasceva il Tg2. L'edizione di punta andava in onda alle 19.45 e si chiamava 'Studio aperto'. Andrea Barbato ne era il direttore e in conduzione si alternavano Piero Angela, Mario Pastore e Italo Moretti", riporta in una nota la tv pubblica.

"Lunedì 15 marzo 1976 - in attuazione della legge di Riforma della Rai, varata l'anno prima - nasceva il Tg2. L'edizione di punta andava in onda alle 19.45 e si chiamava 'Studio aperto'. Andrea Barbato ne era il direttore e in conduzione si alternavano Piero Angela, Mario Pastore e Italo Moretti" fa sapere in una nota la tv di Stato.
Viene scritto quindi: "Da quel giorno sono passati quarant'anni durante i quali la testata Rai è 'entrata nelle case degli italiani' e ha puntualmente raccontato le notizie dall' Italia e dal mondo. Un lungo percorso durante il quale ha moltiplicato le sue edizioni distinguendosi per innovazione, sfide e approfondimenti fino a diventare, il 31 dicembre 2012, il primo telegiornale della Rai a trasmettere nel formato 16.9 e il primo assoluto in Italia (sulle reti nazionali) ad andare in onda in alta definizione."
Si chiarisce: "Martedì 15 marzo, in occasione del quarantennale, gran parte del Tg2 delle 20.30 ripercorrerà quel lungo cammino attraverso storie e volti che sono ormai patrimonio di tutti noi. La ricorrenza verrà festeggiata con un servizio di Angelo Figorilli che ricorda, attraverso personaggi come Gio' Marrazzo, Italo Moretti, Emanuele Rocco, l'innovazione portata dalla testata della Seconda Rete nell'informazione televisiva degli anni '70 e parte degli '80. Si arriva fino alle docce antiscabbia fatte ai migranti a Lampedusa con il servizio di Valerio Cataldi."
"Claudio Valeri racconterà l'evoluzione delle varie epoche che il telegiornale ha attraversato: una volta c'era 'Ring' di Aldo Falivena, il primo tg laico, un linguaggio più disinibito per arrivare a 'Costume e società' e altre rubriche che hanno accompagnato il cambiamento di un Paese in evoluzione" prosegue la Rai.
Si rivela dunque: "Un servizio di Tommaso Ricci ricorderà le varie rubriche editate nel corso di questi 40 anni. Infine, un pezzo mosaico di Laura Gialli sui volti noti e i direttori del tg che lo hanno diretto e che si concluderà con le immagini di Maria Grazia Capulli, scomparsa pochi mesi fa. L'edizione del 15 marzo sarà condotta da Maria Concetta Mattei, storica conduttrice della testata."
Si precisa in conclusione: "Sabato 19 marzo, poi, anche la rubrica 'Tg2 Dossier' festeggerà i 40 anni della testata e per l'occasione alle 23.45 proporrà 'Sciuscia' 80', un dossier realizzato da Giò Marrazzo e rimasto un esempio di nuovo giornalismo televisivo, che sarà anticipato da una presentazione del direttore Marcello Masi."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: