le notizie che fanno testo, dal 2010

Il Tempo e la Storia 26 novembre: la Stasi, all'avanguardia nello spionaggio

"Durante gli anni della Guerra Fredda è stato calcolato che la Germania Est avesse una spia ogni 59 abitanti. Ciascuno di loro lavorava, direttamente o indirettamente, per il ministero della sicurezza dello stato, ovvero per la Stasi. Un organismo ricostruito dal professor Ernesto Galli Della Loggia a 'Il Tempo e la Storia'", viene riferito con un comunicato dalla tv di Stato.

"Durante gli anni della Guerra Fredda è stato calcolato che la Germania Est avesse una spia ogni 59 abitanti. Ciascuno di loro lavorava - mette al corrente in una nota la tv pubblica -, direttamente o indirettamente, per il ministero della sicurezza dello Stato, ovvero per la Stasi."
"Un organismo ricostruito dal professor Ernesto Galli Della Loggia a 'Il Tempo e la Storia', il programma di Rai Cultura condotto da Massimo Bernardini, in onda giovedì 26 novembre alle 13.10 su Rai3 e alle 20.50 su Rai Storia" si prosegue.
Viene reso noto in ultimo: "Dalla sua fondazione nel 1950 fino alla sua dissoluzione nel 1990, la Stasi è stata l'occhio segreto con cui il regime comunista della Ddr spiava i suoi cittadini. Ma non solo: anche a livello internazionale, la Stasi era all'avanguardia sia nello spionaggio che nel controspionaggio. Erik Mielke e Markus Wolf sono stati gli uomini che hanno reso il ministero tedesco una macchina perfetta, un 'Grande Fratello' paranoico, capace di 'decomporre anime', riscrivere biografie e condizionare la politica internazionale."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: