le notizie che fanno testo, dal 2010

Il Tempo e la Storia 20 novembre: le radici dello Stato Islamico

"L'attacco a Charlie Hebdo, l'aereo russo esploso, l'attentato di Beirut, le stragi di Parigi. E non solo. E' una lunga scia di terrore quella lasciata dai militanti dell'ISIS. Ma che cosa è davvero lo Stato Islamico? Quali sono le sue radici? A 'Il Tempo e la Storia', il programma di Rai Cultura in onda venerdì 20 novembre alle 13.10 su Rai3 e alle 20.50 su Rai Storia", si divulga in una nota dalla tv pubblica.

"L'attacco a Charlie Hebdo, l'aereo russo esploso, l'attentato di Beirut, le stragi di Parigi. E non solo. E' una lunga scia di terrore quella lasciata dai militanti dell'Isis. Ma che cosa è davvero lo Stato Islamico? Quali sono le sue radici? Fatti - e domande - ai quali 'Il Tempo e la Storia', il programma di Rai Cultura condotto da Massimo Bernardini, dedica la puntata speciale in onda venerdì 20 novembre alle 13.10 su Rai3 e alle 20.50 su Rai Storia" spiega in una nota la tv pubblica.
"Ospiti, in studio, gli storici Franco Cardini e Alessandro Barbero, esperti del secolare confronto fra Islam e Occidente, e membri del Comitato Scientifico del programma. 'Non faremo l'ennesima analisi della situazione attuale, parleremo di storia - dice il professor Barbero - Cercheremo di capire quanta storia, quanto uso della storia, quanta reinvenzione della storia c'è dietro a chi ha commesso i fatti di Parigi. Cercheremo di capire quanto la storia deve servire a noi a capire meglio. E poi, forse, può darsi che capire meglio aiuti anche, non oso sperare a prendere decisioni giuste, ma forse ad avere meno paura e ad essere più lucidi su quanto sta succedendo al mondo'" si prosegue.
Poi viene data notizia: "In collegamento da Nancy, inoltre, lo storico francese Gilles Pécout: non potendo essere presente a causa delle misure di sicurezza decise dal governo francese, ha voluto portare comunque la propria testimonianza e la sua riflessione, anche come alto funzionario del ministero francese dell'Education nationale."
"Dopo giorni di eventi e notizie che si susseguono incessantemente sui media, di immagini di morte già scolpite nostri occhi e nella nostra memoria, il bisogno di capire non può che passare attraverso un approfondimento storico. 'Nei secoli – conclude il professor Pecout - la storia ci mostra che ci furono degli eventi tragici come quelli appena vissuti e ci aiuta a razionalizzare, a capire. E a superare il dolore'" si informa infine.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: