le notizie che fanno testo, dal 2010

Il Decalogo di Vasco di Fabio Masi in tv: il 26 settembre su Rai 3

"Il film documentario di Fabio Masi Il Decalogo di Vasco, proiettato in anteprima alla 72esima Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia, verrà proposto da 'Blob' sabato 26 settembre, alle 22.35, su Rai3, subito dopo la prima puntata del programma di Fabio Fazio 'Che fuori tempo che fa'", divulgano dalla tv pubblica di Stato.

"Il film documentario di Fabio Masi Il Decalogo di Vasco, proiettato in anteprima alla 72esima Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia, verrà proposto da 'Blob' sabato 26 settembre, alle 22.35, su Rai3, subito dopo la prima puntata del programma di Fabio Fazio 'Che fuori tempo che fa' " segnala in un comunicato la tv pubblica di Stato.
"La cornice che rilega i dieci capitoli in cui è suddiviso il documentario è un surreale viaggio in macchina di due silenziosi compagni con la 'Sagoma di Vasco', cartonato posto nel sedile posteriore dell'auto, che come nella favola di Pinocchio prende vita e osserva il mondo fuori dal finestrino" prosegue la Rai.
"Mentre la radio canta le sue canzoni - viene evidenziato -, il paesaggio cambia alle sue spalle, 'La Sagoma' si abbandona alle visioni di straordinaria quotidianità e comincia a sognare. Nei sogni (capitoli) rilegge momenti del suo vissuto e incontra se stesso, il suo inconscio che gli parla. Il ritratto di Vasco viene dipinto con immagini e contenuti inediti; dalle 'Lezioni /Laboratorio' di Bologna, al ritiro fisico e spirituale nei luoghi 'segreti' della Puglia, dalla sorprendente soggettiva sul palco di Bari nel Live Kom 2015 fino all'anteprima del videoclip 'Quante Volte' tratto dall'album 'Sono Innocente'. Il Decalogo di Vasco è un surreale monologo interiore della 'Sagoma' di Vasco Rossi."
Si rende noto poi: "Un viaggio di due amici apparentemente senza meta che risponde ad un interrogativo immediato, dove stanno portando la sagoma? L'inerzia e la dinamica, la veglia ed il sonno, il vero e il non vero, rappresentano le emozioni, gli stati d'animo e le sensazioni dei tre insoliti compagni di viaggio che percorrono chilometri e chilometri di strada… nella mente di Vasco."
"Nell'opera emerge il conflitto tra l'essere o non essere la rock star - si spiega infine -, rappresentato nei pensieri e nelle riflessioni di Vasco. E' l'equivoco della sagoma che si abbandona ai sogni e talvolta agli incubi, visioni che si snodano lungo il percorso e a volte appaiono come ritratti intimisti dell'animo, girati secondo lo stile ed il linguaggio più tradizionale, ma anche come instant movie più dinamici e frenetici. Happening di eventi e situazioni altalenante ma fluido, come in un profondo respiro dopo una corsa, per poi ripartire."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: