le notizie che fanno testo, dal 2010

Garante: sciopero Rai illegittimo. Fico: ridurre testate giornalistiche

Lo sciopero dei lavoratori della Rai è illegittimo, dichiara il Garante, perché la data dell'11 giugno è troppo vicina a quella del 19 giugno, giorno in cui l'USb ha proclamato un'altra agitazione. L'Usigrai e la Fnsi dichiaranoperò che "dopo la fase di tensione, si sta creando quel filo di dialogo indispensabile alla riforma della Rai e al rilancio del Servizio Pubblico". Roberto Fico del MoVimento 5 Stelle auspica invece di ridurre il "numero di testate giornalistiche perchè sono troppe".

Lo sciopero proclamato dai sindacati dei lavoratori della Rai per il prossimo 11 giugno, per protestare contro il taglio da 150 milioni per finanziare gli 80 euro in busta paga ai dipendenti fino a 25mila euro, è illegittimo. A chiarirlo è il Garante degli scioperi perché la proclamazione non rispetta la regola dell'intervallo di dieci giorni tra due scioperi che insistono sullo stesso settore, considerata, infatti, l'azione di sciopero del sindacato USB prevista per il prossimo 19 giugno e precedentemente comunicata. L'Autorità di garanzia degli scioperi ha pertanto "invitato i sindacati proclamanti ad adeguarsi a quanto stabilito, anche alfine di non essere oggetto di provvedimenti sanzionatori". L'Usigrai non sembra avere troppi problemi al riguardo, visto che a Matteo Renzi che ha dichiarato come lo sciopero sia "umiliante" per chi lo proclama risponde invece plaudendo al premier quando parla di "riforma del servizio pubblico". "Dopo la fase di tensione, si sta creando quel filo di dialogo indispensabile alla riforma della Rai e al rilancio del Servizio Pubblico" precisano infatti in una nota Franco Siddi, Segretario Fnsi, e Vittorio di Trapani, Segretario Usigrai. L’Usigrai annuncia quindi che convocherà i propri organismi dirigenti per valutare le decisioni da assumere sullo sciopero, che probabilmente verrà annullato. Susanna Camusso della CGIL alza invece i toni: "Noi insistiamo, perchè le vertenze si fanno così. E' grave sostenere che lo sciopero è umiliante. Qualunque controparte dovrebbe sapere che lo sciopero è una cosa normale. Se cambiano le cose, siamo pronti a discutere, ma si deve dire che il decreto non si fa così e che si apre un confronto". Difende lo sciopero della Rai solo "nella parte in cui vuole difendere l'infrastruttura pubblica Raiway" anche il Roberto Fico del MoVimento 5 Stelle, presidente della Commissione vigilanza Rai. Fico invece auspica di ridurre il "numero di testate giornalistiche perchè sono troppe". Ma quanto costerà all'Italia ancor meno informazione?

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: