le notizie che fanno testo, dal 2010

Da Torre dell'Ovo a Porto Cesareo: LineaBlu scopre il Salento

"Sabato 6 giugno la puntata di LineaBlu, in onda su Rai1 alle 14.30, condotta da Donatella Bianchi sarà un viaggio lungo la costa ionica del Salento, da Torre dell'Ovo a Porto Cesareo. Si percorrerà in bicicletta, lungo un susseguirsi di dune sabbiose ricoperte dalla tipica vegetazione costiera, la riserva naturale regionale orientata del Litorale Tarantino, lungo i percorsi della Salma dei Monaci, antica depressione collegata al mare da un canale ed utilizzata per la raccolta di sale marino a partire del 1731 e, con un periplo, si ammireranno le bellezze di una costa selvaggia ed incontaminata, da Porto Cesareo a Torre Colimena, fino alla meravigliosa spiaggia di Torre Lapillo, nell'area marina protetta di Porto Cesareo", viene rivelato in una nota della tv pubblica.

"Sabato 6 giugno la puntata di LineaBlu, in onda su Rai 1 alle 14.30, condotta da Donatella Bianchi sarà un viaggio lungo la costa ionica del Salento, da Torre dell'Ovo a Porto Cesareo. Si percorrerà in bicicletta, lungo un susseguirsi di dune sabbiose ricoperte dalla tipica vegetazione costiera, la riserva naturale regionale orientata del Litorale Tarantino, lungo i percorsi della Salma dei Monaci, antica depressione collegata al mare da un canale ed utilizzata per la raccolta di sale marino a partire del 1731 e, con un periplo, si ammireranno le bellezze di una costa selvaggia ed incontaminata, da Porto Cesareo a Torre Colimena, fino alla meravigliosa spiaggia di Torre Lapillo, nell'area marina protetta di Porto Cesareo" mette al corrente in una nota la tv di Stato.
Si fa sapere in conclusione del comunicato: "Seguirà, poi, una immersione, a San Pietro in Bevagna, ad una profondità compresa tra i tre e i cinque metri, alle Vasche del Re, dove si possono ammirare antichi sarcofagi in marmo cristallino di origine greca, dal peso variabile tra i 1000 e i 6000 kg, risalenti al 150-300 d.c. mentre, a pochi chilometri si discenderà in canoa lungo il fiume Chidro, lungo acque cristalline e stupefacenti fenomeni sorgivi, con il ribollire della sabbia bianchissima sollevata dalla furia dell'acqua. Si andrà, infine, ad una profondità di 10 metri, con un'immersione, sotto Torre dell'Ovo, per svelare il mistero della 'foresta pietrifìcata'. A San Pietro in Bevagna, con numerosi fìguranti, ci sarà, invece, una minuziosa ricostruzione in costume dell'approdo dell'apostolo Pietro, che, come da leggenda, sbarcò proprio su questo litorale quando dalla Palestina si sarebbe diretto a Roma per subire il martirio."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: