le notizie che fanno testo, dal 2010

Canone Rai in bolletta luce, Ncd frena: deve essere in base al reddito

Il governo Renzi vorrebbe mettere il canone Rai nella bolletta elettrica, inserendo il provvedimento nella legge di stabilità 2015. Ma il Nuovo centrodestra frena: "Per il canone Rai sarebbe più opportuna una imposta progressiva collegata all'Irpef" e non una tassa nella bolletta della luce.

Il governo Renzi vorrebbe mettere il canone Rai nella bolletta elettrica, ufficialmente per arginare il problema dell'evasione di tale imposta. Il provvedimento potrebbe rientrare già nella legge di stabilità 2015, ma il Nuovo centrodestra insorge. Il canone Rai nella bolletta della luce, infatti, sarebbe "una stortura di sistema" secondo i deputati di Ncd Vincenzo Garofalo, Nino Minardo e Vincenzo Piso. "Per il canone Rai sarebbe più opportuna una imposta progressiva collegata all’Irpef in modo da commisurarlo alle condizioni economiche di chi ne usufruisce" proseguono infatti gli esponenti del Nuovo centrodestra, chiarendo che l'ipotesi di inserire l'imposta in bolletta elettrica non è fattibile anche perché "non si può caricare una tassa su tariffa e le aziende elettriche non possono fare da esattori per lo Stato: ci sarebbe una sovrapposizione di competenze inaccettabile". Garofalo, Minardo e Piso inoltre fanno notare: "Si complicherebbe poi la vita a imprese e consumatori".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: