le notizie che fanno testo, dal 2010

Canone Rai 2016 in bolletta: il problema della seconda casa

Matteo Renzi conferma nella legge di stabilità che il canone Rai dal 2016 si pagherà nella bolletta della luce. Ma resta il problema della seconda casa, dove spesso c'è la residenza di un figlio (magari senza reddito), oppure è in affitto o in comodato.

Il governo ha confermato che nella legge di stabilità il canone Rai dal 2016 si pagherà nella bolletta elettrica. La decisione di inserire il canone Rai nella bolletta della luce sta facendo impensierire giustamente tutti i proprietari di seconde (e terze, ecc) case. Finora, infatti, i possessori di seconde case non pagavano due volte il canone Rai, mentre inserendo la tassa nella bolletta elettrica si corre questo rischio. Spesso infatti la seconda casa non è disabitata e senza allaccio della corrente (oppure c'è un contratto della luce di non residente). La seconda casa, infatti, può essere abitata per esempio da un figlio (magari senza reddito) che vi ha messo la residenza, oppure è in affitto o in comodato. Cosa prevede la norma sul canone Rai 2016 in bolletta inserita nella legge di stabilità? Per il momento, sembra che il governo non si sia ancora posto questo problema, forse anche perché non prevedendo nello specifico tutti questi casi vedrebbe aumentare esponenzialmente le entrate del canone Rai. Una famiglia però, in questo modo, rischierebbe di pagare più volte la stessa tassa, ipotesi che appare incostituzionale.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: