le notizie che fanno testo, dal 2010

Venezia tra Basso Medioevo e Rinascimento: 4 aprile, Rai Storia

"La città scomparsa e 'depredata' e quella del suo massimo splendore: una doppia prospettiva per guardare Venezia e le sue ricchezze. La propone Rai Cultura con una serata dedicata alla città lagunare, in onda lunedì 4 aprile dalle 22.00 su Rai Storia", scrive in una nota la tv di Stato.

"La città scomparsa e 'depredata' e quella del suo massimo splendore: una doppia prospettiva per guardare Venezia e le sue ricchezze. La propone Rai Cultura con una serata dedicata alla città lagunare - viene illustrato in un comunicato della tv di Stato -, in onda lunedì 4 aprile dalle 22.00 su Rai Storia."
"Si comincia con un viaggio nell'età più tormentata di Venezia: la fine della Repubblica, con le soppressioni sistematiche dei conventi e degli ordini religiosi, la predazione e la dispersione delle opere d'arte. 'Italia. Viaggio nella bellezza' va alla scoperta della 'seconda vita' del patrimonio veneziano, la sua trasformazione, il suo riutilizzo e valorizzazione" prosegue la Rai.
"In primo piano, la Scuola Grande di San Marco, i conventi di San Giorgio Maggiore, dei Frari e dei Tolentini, il complesso di Santa Maria della Carità: un patrimonio architettonico e artistico d'inestimabile ricchezza convertito a nuove funzioni e riconsegnato alla storia della città moderna" si continua.
Si rende noto quindi: "Alle 23.00, un tuffo nel passato con 'Potere e Bellezza': tra il Basso Medioevo e il primo Rinascimento, Venezia è protagonista di un'aggressiva espansione nel Mediterraneo e verso nord. È il periodo della grande pittura, della grande scultura e delle realizzazioni architettoniche del Trecento e del Quattrocento veneziano. All'epoca risalgono prestigiosi edifici, come il Palazzo Ducale, e le chiese più importanti. Gli artisti di riferimento sono Paolo Veneziano, Giovanni Bellini e Giorgione. Tra il Cinquecento e il Settecento si assiste alla lenta, ma inarrestabile decadenza della Serenissima, in un quadro di stravolgimenti internazionali."
"Venezia continua - si descrive in ultimo -, però, ad arricchirsi - anche in questo periodo - di opere memorabili, come i grandi monumenti di Sansovino e di Palladio, e i dipinti di alcuni dei più grandi maestri di sempre come Tiziano, Veronese, Tintoretto, Canaletto e i Tiepolo."

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: