le notizie che fanno testo, dal 2010

Marga D'Andurain: a "Lady travellers", stasera in tv 26 gennaio Rai Storia

"Alla contessa Marga D'Andurain e alla sua vita avventurosa è dedicata la puntata di 'Lady travellers. Viaggio al femminile', il programma di Rai Cultura in onda martedì 26 gennaio alle 21.30 su Rai Storia", si annuncia in una nota della tv pubblica.

"Sospettata di essere una spia al servizio del Governo inglese, sopravvissuta alla prigionia e a una condanna a morte, prima donna occidentale a tentare di visitare La Mecca, la città proibita dell'Islam" fa sapere in un comunicato la tv pubblica.
"Alla contessa Marga D'Andurain e alla sua vita avventurosa è dedicata la puntata di 'Lady travellers. Viaggio al femminile', il programma di Rai Cultura in onda martedì 26 gennaio alle 21.30 su Rai Storia. Nata nella cittadina basco - francese di Bayonne nel 1893, Marga sposa giovanissima Pierre D'Andurain, un lontano cugino. I due si trasferiscono in Argentina dove allevano cavalli, ma la donna sogna il Medioriente. Una volta ricevuta l'eredità del padre, si trasferisce al Cairo con il marito e i due figli. Qui apre un salone di bellezza per le dame dell'alta società britannica ed entra a far parte del jet set diplomatico che abita la capitale egiziana. Affascinata dalle rovine di Palmira, Marga decide di acquistare un vecchio albergo della città per trasformarlo nel suo 'Hotel Zenobia'. Ma la sua sete di nuove avventure non si placa. Il progetto successivo è quello di raggiungere La Mecca per visitare la Kaaba, il luogo sacro che custodice la Pietra Nera di Maometto, che indica l'est. L'impresa è rischiosa, non solo perché lei è una donna, ma perché la città santa dell'Islam è vietata agli occidentali. Ma Marga ha già un piano: sposare un uomo arabo, Soleiman ed Daktari, un cammelliere beduino, che diventa il suo 'passaporto' per La Mecca. Durante il viaggio Marga viene accusata di omicidio oltre che di adulterio e condotta in una prigione infestata da insetti di ogni tipo. Dopo due mesi di prigionia, affronta il processo, sapendo che l'adulterio è punito con la condanna a morte nell'Islam, ma viene miracolosamente dichiarata innocente. Morirà nel 1948, misteriosamente assassinata durante il suo ultimo viaggio, a bordo di un veliero da Tangeri al Congo" viene illustrato in ultimo nella nota.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: