le notizie che fanno testo, dal 2010

La svolta di Salerno: a "Il Tempo e la Storia", 13 gennaio su Rai Storia

"Dopo l'Armistizio dell'8 settembre l'Italia è un campo di battaglia. Mentre le truppe tedesche occupano il centro-nord, il re e il governo Badoglio lasciano Roma e si trasferiscono al sud, sotto il controllo delle forze alleate. A 'Il Tempo e la Storia', il programma di Rai Cultura in onda mercoledì 13 gennaio alle 13.10 su Rai3 e alle 20.50 su Rai Storia", riportano dalla Rai.

"Dopo l'Armistizio dell'8 settembre l'Italia è un campo di battaglia. Mentre le truppe tedesche occupano il centro-nord - segnala in un comunicato la Rai -, il re e il governo Badoglio lasciano Roma e si trasferiscono al sud, sotto il controllo delle forze alleate."
"I partiti antifascisti - osserva in aggiunta la tv pubblica di Stato -, intanto, si sono costituiti in Comitato di Liberazione Nazionale e si propongono come guida dell'Italia democratica. Si rifiutano però di collaborare con Badoglio e con il sovrano che considerano troppo compromessi col regime fascista."
"Una pagina che il professor Ernesto Galli della Loggia rilegge con Massimo Bernardini a 'Il Tempo e la Storia', il programma di Rai Cultura in onda mercoledì 13 gennaio alle 13.10 su Rai3 e alle 20.50 su Rai Storia" si prosegue.
"E' il racconto di una situazione politica complicata e delicata che solo il lavoro delle diplomazie e l'intervento di Palmiro Togliatti riusciranno a sbloccare. E' la cosiddetta 'svolta di Salerno' - viene spiegato infine -, una mossa politica che segna un cambio di rotta decisivo per il percorso dell'Italia verso la liberazione dal nazifascismo e la rinascita della democrazia dopo la dittatura."

© riproduzione riservata | online: | update: 12/01/2016

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
La svolta di Salerno: a "Il Tempo e la Storia", 13 gennaio su Rai Storia
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Il sito utilizza cookie di 'terze parti', se prosegui la navigazione o chiudi il banner acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickquiCHIUDI